lunedì 30 marzo 2015

Nuove letture

Eleonora dopo aver letto l'ultimo libro della saga di Harry Potter aveva avuto un piccolo momento di sconforto. Non sapeva cosa leggere di autori che non conosceva, visto che, parole sue, "nulla avrebbe potuto essere così emozionante come Harry Potter". Per cui era tornata su Dahl (di cui ha divorato, in italiano, senza averlo prima letto in svedese "La fabbrica di cioccolato"), Rodari e libri tipo Geronimo Stilton.

Mamma Anette le ha portato a casa "Gregor - La prima profezia", di Susanne Collins, l'autrice della trilogia di Hunger Games. Non l'ha però invitata a leggerlo. Lo ha semplicemente lasciato sul tavolo dicendole che il protagonista era un bambino di undici anni e che aveva sentito dal figlio di una sua collega, con il quale Eleonora aveva parlato di libri, che era proprio bello.

Eleonora non ha saputo resistere. Lo ha preso in mano, lo ha sfogliato, ha iniziato a leggerlo.
Lo ha finito in tre giorni. Ha chiesto, per poterlo finire, il permesso di poterlo leggere sotto le coperte con la pila (per non disturbare Sofia), nonostante fosse passata la sua ora di andare a nanna. (Permesso accordato).

Domani vuole andare andare in biblioteca a prendere il secondo della serie.

Ha detto che poi vorrebbe poter leggere i libri della trilogia di Hunger Games.

22 commenti:

  1. Che bello che tua figlia puo' leggere anche in italiano. Nonostante le miei figlie parlino italiano bene, fanno veramente fatica a leggerlo o scriverlo. :(

    RispondiElimina
  2. A quell'età mi emozionarono molto "I ragazzi della via Pal" e "Il giardino segreto".

    RispondiElimina
  3. Concordo coi titoli citati da chi sopra di me. Consiglio la guerra dei bottoni di louis pergaud, tutti i libri di Bianca pitzorno ( se le piace dahl non potrà non amarla) e tom sawyer e Le avventure di huckleberry finn di Mark twain

    RispondiElimina
  4. I pattini d'argento, io li ho adorati, e poi Momo e La storia infinita. Tra un po', perché i temi sono complessi, la trilogia di Pullman Queste oscure materie (la bussola d'oro, la lama sottile, il cannocchiale d'ambra). Meraviglioso, lo consiglio sempre, a chi ama la fantasia. Eventualmente, ma forse e ' già grandina, la serie di Valentina, di Angelo Petrosino, diversi piccoli romanzi che affrontano la vita dal punto di vista di una ragazzina.

    RispondiElimina
  5. Un po' vecchiotta, la serie "The Belgariad" di David Eddings. Di nuovo vecchiotto, "The Wizard in Spite of Himself" di Christopher Stashieff. Tradotti entrambi in italiano, non so in svedese. Non saprei nemmeno se sono ristampati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In traduzione intendo.

      Elimina
  6. La saga di Hunger Games è molto bella ma attenzione perché è anche abbastanza cruda (specie il terzo libro)

    RispondiElimina
  7. A me da piccola - tanti tanti anni fa - ricordo avevano appassionato molto Louisa Mary Alcott, Giana Anguissola, Salgari, i gialli per ragazzi della Mondadori con Nancy Drew, gli Hardy Boys, I tre investigatori, i vari Jack London, Mark Twain, Jerome K Jerome, etc (nelle edizioni della vecchia collana " nuovi Birilli", con la copertina disegnata e tutta colorata).
    Purtroppo non tutti credo possano ancora piacere.
    Salgari ha retto bene gli anni: mio figlio, ora appena maggiorenne, alle elementari si è divorato in pratica l'opera completa.
    Fra i nuovi scrittori, forse fra un paio di anni a Eleonora potrebbero piacere Licia Troisi e Christopher Paolini (io confesso di non averli mai letti, ma solo comprati per mio figlio, a volte su sua richiesta.)

    RispondiElimina
  8. Anche io ho adorato Harry Potter, sono proprio cresciuta con i libri di Harry Potter, che sono usciti man mano, quando ero alle medie e poi gli ultimi alle superiori. E anche io ho sentito lo stesso vuoto quando ho finito l'ultimo! Quando avevo l'età di Eleonora ho divorato anche i libri di Bianca Pitzorno, tutti bellissimi! Polissena del porcello e Ascolta il mio cuore i miei preferiti :)
    Monica

    RispondiElimina
  9. No, Licia Troisi no! È cacca, scrive male, manco fosse una bimbetta di seconda elementare, è banale e i suoi libri sono orribili e commerciali, inutili scopiazzature. Invece christofer Paolini è davvero bello, i suoi quattro libri valgono la pena, ben scritti, gradevole e significativa la storia. Come per harry potter è presente sia la felicità che la tristezza nei suoi libri e non finisce tutto a tarallucci e vino.
    Vedo tanti consigli e molti sono libri che ho letto nella mia infanzia, che mi fanno sorridere al ricordo delle molte ore che ho passato felicemente in loro compagnia. Ma alcuni davvero non li riproporrei a mio nipote e nemmeno ad una bambina di otto anni. Salgari è stato un mito per me e mi sono ricomprata tutta la serie dei pirati di Mompracem ma... Non sono riuscita a rileggerlo, dopo le prime 10 pagine ho dovuto mollare! Persino io, a 55 anni, ho trovato il linguaggio talmente desueto che proprio non scendeva. ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salgari devi essere un ragazzo per leggerlo. Userei "ingenuo" e "semplice", se non fossero usati come insulti.

      Elimina
  10. Ciao Stefano, non ti ho mai lasciato un commento, ma segue giornalmente le tue avventure da due anni, ormai! Se non lo avete già scoperto, io vi consiglio la serie "Una serie di sfortunati eventi": ultimo libro un po' deludente, ma tutti gli altri mi hanno tenuta incollata alle pagine, nonostante li abbia letti a 30 anni e passa, Un'altra serie adatta per un intorno dei 10 anni è quella di Peggy Sue e gli Invisibili. Aggiungerei anche "Solo con un cane", "La mia famiglia ed altri animali", "Buchi nel deserto" e "Lo specchio di Beatrice". Non li ho letti personalmente, ma amiche con figli dicono meraviglie della serie "Diario di una schiappa". Se volete essere iniziati alla fantascienza distopica per teenagers, vi consiglio "Il donatore" (serie, anche se mi è piaciuto solo il primo libro) e "La dichiarazione" (serie), prima di lasciarvi sopraffare dall'ottusa antipatia della protagonista di HG, eheheh ;-)

    RispondiElimina
  11. Eddings: Saga dei Belgariad - Saga dei Mallorean - Trilogia degli Eleni - Trilogia dei Tamuli
    In totale sono 16 libri (5 + 5 + 3 + 3).
    Per un po' sei a posto :)

    RispondiElimina
  12. Grazie di tutti i consigli. Annotati!

    RispondiElimina
  13. Bianca Pitzorno e Roald Dahl, ha già letto 'Matilda'?

    RispondiElimina
  14. Eddings scrive come un bimbo di 5 anni, anche no per Eleonora :)
    Anche la Troisi, pessima e pure Paolini: inutili, banali e mal scritti. Se le piace il genere decisamente meglio andare dai maestri: Tolkien *_*
    Condivido alla grande Ende, Momo è un piccolo capolavoro e pure la Storia Infinita regge benissimo il passo.
    Per cambiare rispetto ai soliti europei si legge molto bene anche Luk'janenko. Eleonora è abbastanza sveglia da capirli per bene e divorarseli.
    Alla sua età io ho attaccato Poe con la supervisione dei miei, e l'ho amato nel profondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al contrario, Alhambra, scrivere nello stile di Eddings è piuttosto difficile - è soltanto che non è piaciuto a te. Io non ho sopportato né Momo né Storia Infinita, sicché siamo in pari, penso.

      Se Fefo e Anette sono furbi come sembrano essere, lasceranno scegliere a Eleonora - io avrei detto che il quinto Harry Potter l'avrebbe fermata, ma è arrivata fino in fondo, sicché sa già come fare.

      Elimina
    2. Perdonami Anonimo (a proposito, mi piace parlare con qualcuno che abbia un nome e che non sia costretto a chiamare "ehi tu" di solito) ma non è questione di gusti: Martin non mi piace, ma scrive bene per esempio.
      La fase media di Eddings è composta da soggetto, predicato e complemento. Quando è proprio di luna buona ci mette una coordinata composta nello stesso modo, non si vede una secondaria neanche a pagarla o quasi. Come un bambino appunto: "il cielo è blu e il sole è giallo". L'aggettivazione è superficiale e scontata, i personaggi sono stereotipati e sostanzialmente divisi nelle categorie di genere senza ulteriore approfondimento, gli eventi passano senza quasi lasciare traccia emotiva ed esperienziale su di loro che sono più o meno uguali a se stessi dall'inizio alla fine.
      I contenuti sono frammentari, diversi avvenimenti accadono senza alcun genere di spiegazione e l'originalità è un accessorio.
      E' una lettura scorrevole? Certo, in un mezzo pomeriggio ti sei comodamente letto un libro senza alcuno sforzo. E' una lettura che lascia il segno o che contribuisce ad una crescita personale di qualunque tipo? Anche no.
      Per Eleonora che dimostra di avere passione mi sembra molto meglio qualcosa di più articolato e di spessore, anche rimanendo nell'intrattenimento :)

      Elimina
  15. Stupendo!!! Confermo che gli Hunger Games non so se possano essere per "bambini" perché sono molto crudi, peró magari potresti leggerli con lei.

    RispondiElimina
  16. Jonathan Stroud !!! Non può assolutamente mancare a nessuno !
    Tutto, assolutamente tutto!
    La saga di Bartimeus compreso il "prequel" L'anello di Salomone", poi "La valle degli eroi" (tosto e bellissimo), e la serie nuova appena iniziata di Lockwood & Co.

    RispondiElimina
  17. Ciao! Io all'età di Eleonora adoravo bianca pitzorno :) non so se è il suo genere, ma glielo consiglio!

    RispondiElimina
  18. Grazie del consiglio! Il figliolo ha ricevuto Gregor per il compleanno e dopo una settimana è già alla seconda profezia!
    M.

    RispondiElimina