domenica 5 luglio 2020

Sofia cresce

Ha 10 anni e sette mesi. Anagraficamente è ancora una bambina, ma a vederla è evidente che sta crescendo. I tratti del viso, i modi di muoversi, argomenti e ragionamenti: tanti elementi mostrano come stia crescendo e si stia lasciando alle spalle una età per entrare in un'altra.
Si gode le vacanze, senza compiti (la maestra di svedese si è persino fatta ridare il sussidiario).
Domani inizia il corso di vela. Avrebbe dovuto farlo sul Lario, come negli ultimi due anni, ma purtroppo questo è un anno strano, e quindi veleggerà al confine fra un lago e il Baltico. Comunque sia, dell'arcipelago di Stoccolma non ci si può lamentare.



venerdì 3 luglio 2020

Sorelle

Eleonora e Sofia si stanno godendo le vacanze. Ci sono diversi momenti in cui sono a casa da sole. Sofia ha chiesto a Eleonora se la aiutava a prepararle un po' di merenda. Detto e fatto Eleonora gliel'ha preparata.

mercoledì 24 giugno 2020

Chi segui su Insta, Twitter e YouTube?

28 gradi a Stoccolma all'ora di cena invitano sia ad una riflessione sul clima che al cenare in giardino. Una cena che vista la temperatura e il clima vacanziero diventa lunga e nella quale parli di tutto. Verso il gelato (fatto da Eleonora, al cioccolato con cannella, caffè, pepe rosa e scaglie di cioccolato fondente) siamo arrivati a parlare di app e di social network: il punto di vista di una quattordicenne su come e perché usare WhatsApp, TikTok, Twitter, YouTube, Amino, Reddit, Instagram e compagnia bella.
Eleonora ci ha anche raccontato di chi segue, mostrando alcuni messaggi e alcuni video.
Molto interessante.

venerdì 19 giugno 2020

Missione compiuta

L'idea la lanciò Anette il primo giorno dell'anno: 100 allenamenti di almeno mezz'ora entro midsommar, la festa del solstizio d'estate, che cade domani. Iniziammo subito con dello sci di fondo.
Eleonora e Sofia avevano raggiunto l'obiettivo già a fine maggio, mentre a me e ad Anette sono serviti quasi tutti i giorni, però ce l'abbiamo fatta! I teorici della filosofia di produzione"lean" potrebbero addirittura dire che io e Anette ci siamo arrivati "Just in Time" e senza eccessi o sprechi. 


lunedì 15 giugno 2020

Campo estivo

È finito l'anno scolastico.

Eleonora e Sofia questa settimana vanno al campo estivo di orientamento (senza pernottamento).
Sofia come "allieva".
Eleonora come aiuto istruttrice. È il suo primo lavoretto ufficiale pagato.
Questa mattina alle 7:30 era a ricevere i primi bambini per poi portarli, insieme ad altri membri dello staff, nel luogo dove avrebbero fatto allenamento e giochi oggi.
In un paio di esercizi Sofia ha avuto Eleonora come responsabile, ed entrambe hanno detto di essersi divertite molto.

lunedì 8 giugno 2020

Scorci di vita pre-estiva

Il 6 giugno è la giornata nazionale della Svezia. Noi abbiamo dato un tocco italo-svedese. Anzi, lo hanno fatto Anette ed Eleonora. Un tiramisù con sì savoiardi e mascarpone italiani, ma anche fragole svedesi e sciroppo di sambuco. Veramente estivo.

Sofia ha portato a casa i lavori fatti a disegno e
a tecnica, che questo quadrimestre prevedeva taglio e cucito. Si è fatta un grembiule da cucina. Stessi tessuti con cui Eleonora fece le presine. Praticamente abbiamo un set coordinato.

Alla staffetta sprint di orientamento tutta la famiglia si è fatta valere. Eleonora, in coppia con una coetanea, ha vinto la sua categoria. Altrettanto ha fatto Sofia, che ha fatto coppia con un bambino che è il gemello della sua amica con la quale corse i campionati nazionali. 
E la coppia Anette-Stefano ha portato a casa un insperato terzo posto.

Il venerdì è il giorno in cui Eleonora inizia con economia domestica. Tutto il quadrimestre è stato dedicato alla cucina, anche quando faceva lezione a distanza. Venerdì come colazione si sono preparati un cheesecake alle carote. Ha potuto portarne a casa qualche fetta. Veramente buono.

Sofia sta leggendo Hunger Games. È immersa nel romanzo. Ieri è venuta in lacrime a farsi consolare per la morte di una protagonista.

mercoledì 3 giugno 2020

Festa della mamma

Domenica qui in Svezia era la festa della mamma. Alcuni elementi sono diventati oramai una tradizione di famiglia.
- io che mi alzo molto presto e vado a raccogliere dei mughetti per Anette. Tradizione copiata da suo papà, che a 76 anni domenica era 
anche lui di mattina presto a raccogliere i mughetti per nonna Eivor.
- Eleonora che prepara l'afternoon tea in stile inglese. Fa tutto lei. Quest'anno ha fatto dei "millionaire's shortbread" veramente squisiti!

sabato 30 maggio 2020

A quattro mani?

Questa mattina con Sofia si parlava di questo diario, del fatto che più crescono e meno scrivo, non perché ci sia meno da scrivere - anzi - ma perché molte nostre discussioni e riflessioni toccano la sfera del privato, del personale. Da tempo abbiamo deciso che entrambe vogliono leggere i post e vedere le foto.
Le ho quindi detto che un giorno potrebbe anche venire chiuso. Lei però ha detto di no. Anzi. Vorrà farlo leggere ai suoi figli, vorrà continuarlo lei. Così abbiamo pensato che potremmo scriverlo a quattro mani ogni tanto. Il punto di vista del papà e quello della figlia.

domenica 24 maggio 2020

Ci salva l'orientamento

Oggi allenamento di orientamento particolare, chiamato "corridoio" visto che mancano alcune parti della mappa, ma viene lasciato un percorso limitato all'interno del quale bisogna rimanere.

Posso constatare che oramai sono il peggiore della famiglia in quanto ad abilità di usare velocemente mappa e bussola.

Dopo l'allenamento abbiamo incontrato nonno Bosse e nonna Eivor per un pic-nic a debita distanza. Non li vedevamo dall'11 aprile, e qui mi preme fare un po' di chiarezza. Non è che la gente in Svezia ignori la pandemia e viva come se niente fosse. Esistono molte raccomandazioni, che vengono rispettate senza che lo stato abbia dovuto imporre un confinamento. Chi può lavora da casa (Spotify ha appena prolungato sino a fine anno il permesso a tutti i dipendenti di poter lavorare da casa), il ministero della salute effettua ispezioni quotidianamente ed ammonisce e fa chiudere i locali che non rispettano le regole, il primo messaggio che si trova quando si vuole comprare un biglietto dei mezzi pubblici sul sito della azienda dei trasporti della regione di Stoccolma è l'invito a viaggiare solo se necessario, sono vietati gli assembramenti e molti sport non hanno ancora ripreso.

Per Eleonora e Sofia gli allenamenti di pallavolo hanno lasciato il posto a quelli di beach volley (due giocatori a coprire un campo di 9 metri x 9 metri), mentre le partenze degli allenamenti di orientamento sono scaglionate, ad evitare di assembrarsi.

Oggi quando abbiamo incontrato i nonni niente abbracci.

Le scuole sono aperte, ma i banchi sono più distanziati.

Insomma raccomandazioni chiare e più affidamento al buon senso che a leggi ed autocertificazioni.

venerdì 15 maggio 2020

Si può essere disubbidienti?

Sofia frequenta l'equivalente della quinta elementare.
Nel programma di educazione civica stanno affrontando la politica: le forme di governo, stato, regioni e comuni, l'ordinamento dello Stato, i principali partiti svedesi, destra e sinistra.
Domani avrà il compito in classe. Questa sera stavamo ripassando i suoi appunti e alcune possibili domande che hanno avuto per prepararsi. Ce n'è una sulle leggi, sull'obbligo di rispettarle e sulla disubbidienza civile, che invita gli alunni a riflettere se sia giusta o meno (abbiamo parlato di Rosa Parks). Altre possibili domande sono ad esempio se può esserci democrazia se ci sono solamente due partiti, o di riflettere su cosa succederebbe se venisse meno il principio "una persona, un voto".
Ascoltare una bambina di dieci anni ragionare su questi temi è interessante.
Molto.

mercoledì 13 maggio 2020

PRAO

PRAO sta per praktisk arbetslivsorientering, ossia orientamento pratico alla vita lavorativa. È un periodo obbligatorio di due settimane di esperienza lavorativa durante l'ottava classe (prima superiore).

A causa della situazione corrente che riduce sensibilmente la disponibilità di posti dove poter fare esperienza c'è stata una riduzione del periodo ad una settimana quest anno e una l'anno prossimo.

Lunedì Eleonora ha iniziato la sua settimana. In un bar ristorante. Dalle 8 alle 15.
Le sta piacendo molto.
Ieri è arrivata distrutta, oggi un po' meno.
Sta provando diversi ruoli, ma non stare alla cassa perché non ha ancora compiuto 15 anni.

Niente retribuzione monetaria (ma ieri le hanno regalato quattro brioche farcite), ma un bel bagaglio di esperienza.


sabato 9 maggio 2020

Meno tecnologia

Ieri a Eleonora e Sofia è arrivata una lettera da nonna Eivor e nonno Bosse. A causa del virus è un po'che non li incontriamo, e quindi alle telefonate si è aggiunta la lettera in vecchio stile.

Sofia ha deciso assieme ad altre due compagne di classe di fare una piccola sfida. Vince chi fra una settimana avrà usato di meno lo smartphone.
Ognuna ha comprato un lecca lecca.
Come cantavano gli ABBA: the winner takes it all.

Due scelte a minor contenuto tecnologico nel periodo in cui per me la chiamata mattutina via WhatsApp è l'unico modo possibile di coprire la distanza fra Svezia e Italia.

domenica 3 maggio 2020

Marvel

Eleonora è stata la prima a sviluppare una passione per i fumetti ed i personaggi della Marvel.

Poi, piano piano, Sofia ha iniziato a seguire le orme della sorella maggiore, anche se con una spiccata preferenza per l'uomo ragno, suo supereroe preferito da sempre.

È così questo periodo di distanziamento sociale è diventato l'occasione per farsi tutti e quattro la maratona dei film Marvel.
Siamo a Thor Ragnarok (o, alla scandinava, "Ragnarök").

giovedì 23 aprile 2020

Frammenti di dialogo con una figlia decenne

Parlando con Sofia mi ha spiegato che qui in Svezia i bambini della sua età non dicono che qualcosa è "pinsamt" (imbarazzante), ma usano il termine inglese "cringe". Me lo ha detto scandendo bene "noi giovani d'oggi parliamo così".

E questa mattina mentre camminavamo per andare a scuola mi ha spiegato che la (loro) moda in questo momento prevede la maglietta dentro davanti, ma fuori di fianco e dietro. È una moda che mi fa un po' sorridere, come quella del berretto con la resa dritta e rigida, che a me ricorda tanto il Faletti del "giumbotto". Poi penso che la mia generazione aveva il Moncler arancione, l'Henry Lloyd giallo tipo ANAS e usava per camminare in centro città i polacchini Timberland, per cui non so se siamo i più adatti a dare consigli di moda...

Riguardo al distanziamento sociale, sia Eleonora che Sofia dopo il rientro a scuola hanno alcune regole nuove, tipo la disposizione dei banchi, gli intervalli fuori in cortile, le code per la refezione con la distanza segnata sul pavimento e il mangiare servito dal personale anziché a buffet.

sabato 18 aprile 2020

Ritorno a scuola

Dopo settimane di insegnamento a distanza Eleonora è tornata a scuola. Pare che le settimane a casa abbiano avuto diversi effetti. Gli studenti di solito più "vivaci" (i casinisti) sembrano essersi un po' tranquillizzati, visto che a detta di Eleonora hanno disturbato molto meno.
La classe sembra più unità. Hanno passato più tempo insieme durante gli intervalli e dopo la fine delle lezioni.
C'è inoltre la novità che uno degli insegnanti fa lezione da casa, visto che appartiene ad una categoria a rischio.