mercoledì 6 luglio 2016

Eleonora è sana

Eleonora ha fatto quattro anni di scuola calcio. Ha fatto anche corsi di danza, nuoto, equitazione, vela. Fa gare di orienteering ed è in una squadra di pallavolo.
Tutto questo lo ha fatto qui in Svezia senza mai dover presentare un certificato di idoneità all'attività sportiva.
Settimana prossima farà un corso di vela in Italia. Le è stato richiesto il certificato di sana e robusta costituzione.
Così oggi è stata visitata: pressione, cuore, polmoni, esame delle urine con una di quelle fascette che ti dicono tutto compreso il segno zodiacale e l'ascendente.
È ufficialmente sana.

16 commenti:

  1. E questo è niente. Prova ad aprire un'attività in Italia!

    RispondiElimina
  2. è forse meglio fare attività sportiva senza controlli?

    RispondiElimina
  3. il controllo al cuore è necessario per chi pratica attività sportiva.
    è deve essere fatto da un cardiologo con ecg e test da sforzo altrimenti non serve a niente

    RispondiElimina
  4. Penso che in Svezia i bambini siano costantemente monitorati, a scuola e dal medico di famiglia, e, in caso di problemi, li segnalano automaticamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. È così che abbiamo scoperto che aveva bisogno degli occhiali, tramite la visita a scuola.

      Elimina
    2. È una bella cosa ma ci sono serie patologie cardiache asintomatiche e x queste ci vuole un ecg fatto da chi lo osserva con cura

      Elimina
  5. Qui in Svizzera non serve nulla per fare attivita' sportiva. I bambini hanno visite di controllo regolari come mi pare di capire anche in Italia, nulla di piu'. Cotrolli al cuore necessari? Io pratico attivita' sportiva da sempre e non mi sottopongo a nessun controllo cardiologico, mai sentito che fosse necessario a meno di praticare attivita' agonistiche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerca su Google morti improvvise in giovani sani
      Purtroppo alcune patologie non danno nessun sintomo prima x questo è diventato obbligatorio ecg e test da sforzo x svolgere attività sportiva

      Elimina
  6. a me l'hanno chiesto per iscrivermi in convitto quando studiavo a Milano da fuorisede...

    RispondiElimina
  7. Non sono d'accordo, per l'attività sportiva è meglio fare ecg e test da sforzo, sono test semplici che però possono svelare patologie potenzialmente gravi. Questo non solo per gli agonisti, ma anche per gli amatoriali che praticano regolare attività fisica.
    Carla

    RispondiElimina
  8. Per il certificato non agonistico, in Italia, è sufficiente ecg a riposo fatto una volta nella vita. Ecg a riposo e sotto sforzo annuali sono necessari solo per l'idoneità agonistica. Non credo che un solo ecg a riposo, fatto magari 10 anni prima, serva a molto se non per motivi assicurativi e per uno scarico di responsabilità nel caso in cui succeda qualcosa. Mi sbaglierò, ma non lo vedo come tutela "dell'atleta"!

    RispondiElimina
  9. Da medico confermo che un ecg a riposo o ancor meglio da sforzo può identificare - se letto da persone competenti- patologie gravi a rischio di morte improvvisa. certo non deve essere stato fatto 10 anni prima! va ripetuto ogni anno e bisognerebbe sensibilizzare di più su questi controlli. Poi se uno fa sport da sempre senza fare controlli ed è sempre andato tutto bene tanto meglio,purtroppo però non è così per tutti .

    RispondiElimina
  10. @Anonimo Medico
    L'ecg non è obbligatorio per i bambini, purtroppo. Se fai il certificato di sana e robusta costituzione dal medico di base al più ti misura la pressione e fa una veloce auscultazione...
    Molto diversa e completa la visita del medico sportivo! Ma l'ho scoperto solo quest'anno!!
    Come accennava Martina il certificato per la maggior parte delle palestre è uno scarico di responsabilità per le assicurazioni.
    E vogliamo considerare anche che dalle scuole pubbliche è scomparsa la valdissima figura del medico scolastico?
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove risiedo io cioè in Emilia Romagna è richiesto a tutti i bambini dai 5 anni in poi il libretto verde dello sportivo per iscriversi a qualsiasi attività in palestra/piscina; questo libretto viene rilasciato dal medico dello sport dopo visita ed ecg, il pediatra di famiglia richiede la visita medico sportiva.
      Se il bambino non fa attività sportiva dovrebbe comunque essere il pediatra a consigliare un ecg con visita.
      Sulla figura del medico scolastico non saprei, non ho ricordi che ci fosse quando frequentavo io la scuola....

      Elimina
  11. Sono degli anni'70 ;)
    Allora il medico scolastico a Milano era ben presente.Aveva una funzione importante nella prevenzione di molte malattie!
    Quello che lei riferisce conferma le disomogeneità presenti in Italia; vale anche per la vaccinazioni.
    A Milano, che io sappia, non esiste il libretto verde, il mio medico di base ha fatto sia a me, sia a mio figlio (11anni), una veloce visita; idem quando andavamo dalla pediatra.
    M.

    RispondiElimina