giovedì 29 settembre 2016

Prima volta da sola

Sino ad oggi nelle gare e negli allenamenti di orienteering Sofia è sempre uscita accompagnata da un adulto.
L'allenamento di questa sera era in un parco che conosciamo bene e dove Sofia è andata a giocare molte volte. Così è stata l'occasione perfetta affinché Sofia, armata di mappa e bussola, affrontasse il percorso da sola.
Ha raccontato che per trovare un paio di controlli ha chiesto aiuto, ma la maggior parte li ha trovati da sola.

mercoledì 28 settembre 2016

Preparare il colloquio di sviluppo

Domani ci sarà il colloquio con l'insegnante di Sofia per discutere degli obiettivi da raggiungere durante l'anno scolastico.
All'alunno è chiesto di prepararsi (anche) tramite un questionario dove ci sono delle affermazioni da commentare tramite uno stato d'animo a scelta fra tre (felice, neutrale, triste) che serviranno da traccia all'alunno per raccontare come va.

- Mi sento a mio agio a scuola
- Mi sento sicuro/protetto a scuola
- Mi sento bene durante gli intervalli
- Ho compagni (amici)
- Ci sono adulti con i quali parlare
- Sono puntuale
- Affronto il mio lavoro di scuola in maniera responsabile
- Posso lavorare con calma e tranquillità
- Lavoro senza disturbare gli altri
- Lavoro bene insieme ad altri

martedì 27 settembre 2016

Dove non arriva lo stato sociale...

Oggi io sono per lavoro ad Amsterdam.
Anette è per lavoro nel nord della Svezia.
La scuola che apre alle 6:30 e chiude alle 18:00 è comoda, e dove non arriva lo stato sociale per fortuna arrivano i nonni. Tack så mycket mormor Eivor och morfar Bosse ! (Molte grazie nonna Eivor e nonno Bosse!)

lunedì 26 settembre 2016

Telefonino a scuola

A scuola di Eleonora e Sofia il telefonino è una cosa che si lascia (spento) in un cestino quando si entra in classe la mattina e si ritira al momento di andare a casa. Eleonora mi ha raccontato che da un paio di settimane non possono usarlo per giocare neanche mentre aspettano di entrare in classe.

È stata quindi recepito con sorpresa di tutti l'invito della professoressa di matematica all'inizio della lezione di formare dei gruppi, prendere i telefonini e collegarsi ad una certa pagina del wi-fi della scuola.

Sulla pagina c'erano dei quesiti di matematica e di logica. Dopo che ogni gruppo aveva risposto apparivano la soluzione, la distribuzione delle risposte e la classifica di chi aveva risposto in maniera esatta e in quanto tempo.

La competizione ha coinvolto in maniera positiva tutti gli alunni. Giocando s'impara.

domenica 25 settembre 2016

Lidingöloppet

"Lidingöloppet" è una corsa campestre. È una delle quattro classiche svedesi. La versione per gli adulti è 30km. Se nell'arco di 12 mesi uno completa anche Vansbrosim (nuoto, 3km), Vasaloppet (sci di fondo, 90 km) e Vätternrundan (bici, 300km) riceve la medaglia "En svensk klassiker".

Lilla Lidingöloppet è la versione per bambini/ragazzi.
Sia Eleonora che Sofia oggi hanno corso la versione da 1700m. Nella categoria di Eleonora (ragazze nate nel 2005) i partecipanti erano 220 e arrivano da tutta la Svezia e anche dalla Finlandia. 
Eleonora è arrivata 14esima. 6'24" il suo tempo.

Sofia che correva nella categoria delle bambine nate

nel 2009, con il tempo di 7'40" è arrivata quarta, cosa che le è valsa anche il ricevere la medaglia sul palco. 

Io e Anette, che oggi festeggiamo 12 anni di matrimonio, ci siamo detti che i loro geni vengono da noi, quindi qualcosa di buono in questi anni l'abbiamo fatta.

venerdì 23 settembre 2016

Guerre Stellari

Questa sera abbiamo deciso di introdurre la quasi settenne Sofia alla saga di Guerre Stellari.
La domanda nasce spontanea: iniziare dall'episodio IV (il primo che uscì al cinema) o dal I episodio, partendo dal quale la storia risulta più comprensibile?

PS: Siamo partiti dal I Episodio. Sofia si è addormentata poco dopo metà film. Il fatto che di vederlo in inglese con i sottotitoli in svedese è ancora un po' troppo impegnativo per lei. La versione doppiata in svedese non esiste. Devo cercare i dvd a Milano. Durante la prima metà sembrava di assistere ad un film doppiato in Russia visto che io, Anette ed Eleonora ci alternavamo a raccontarle i dialoghi.

giovedì 22 settembre 2016

Quando manca la mamma

Ieri sera Anette era via per lavoro. Io già mi pregustavo una notte da solo nel lettone, spaparanzato nella classica posizione che nonno Carlo è solito definire con "sembri un bue squartato".
Illuso me...
La prima ad arrivare è stata Eleonora.
Si è portata l'immancabile Gatto Rosa, più tre altri peluche.
Dopo un po' è arrivata Sofia. Con sé aveva l'immancabile Felicia (elefantino di peluche), Vovsan (cane peluche che era di Anette da bambina), la bambolina Izzy e tre altri peluche.

mercoledì 21 settembre 2016

Zona di frontiera

Da un paio di giorni Eleonora ha rispolverato i playmobil. Mi affascina questo suo essere "tweeny", "in between", questa fascia d'età che non è più bambina, ma non è ancora adolescente. Passa dai playmobil a Hunger Games, dalla maglietta di Biancaneve ai primi top, ha le chiavi di casa e il cellulare, va da sola in bicicletta agli allenamenti di pallavolo, ma guai ad andare a letto senza il peluche preferito (e almeno un paio d'altri). Nel giro di pochi minuti passa dall'argomentare sulla propria crescita all'accovacciartisi in braccio con un bisogno di coccole giganti.
Non so cosa ci sia dopo questa frontiera. Immagino un viaggio tipo Star Trek.

martedì 20 settembre 2016

Il coccodrillo come fa...

Oggi ho chiesto a Sofia cosa avesse fatto a scuola. Risposta: "A matematica abbiamo fatto i coccodrilli".
All'espressione incuriosita del sottoscritto è seguita la spiegazione di Sofia. "Certo, i coccodrilli, quelli che al mattino si svegliano e hanno tanta fame, e quindi aprono la bocca verso dove c'è più da mangiare.".
Poi ha preso carta e penna e ha scritto.
3 > 2
"Così!"

lunedì 19 settembre 2016

Unire l'utile al dilettevole

Eleonora e Sofia giocano entrambe a pallavolo.
A entrambe piace (ogni tanti) rilassarsi guardando i cartoni animati.
Entrambe hanno bisogno di fare pratica di italiano.

Su YouTube si trovano le serie complete di Mimì e la nazionale di pallavolo e di Mila e Shiro due cuori nella pallavolo.

Credo potrebbero fare la maratona completa di entrambe le serie senza interruzione...

domenica 18 settembre 2016

Biscotto svedese

Domani è il compleanno di mamma Anette. Come da tradizione la sveglieremo con la colazione a letto. Per l'occasione Eleonora ha voluti fare dei biscotti di pasta frolla. Ha voluto però aggiungere del colorante da pasticceria per creare l'effetto "bandiera svedese".

Da notare che domani sia Eleonora che Sofia avranno la foto di classe e quella individuale per l'annuario della scuola. Era tanto che non le vedevo scegliere così meticolosamente i vestiti per il giorno dopo!

sabato 17 settembre 2016

Mentre oggi Eleonora stava facendo dei muffin si è avvicinata con aria seria Anette, l'ha fermata, le ha detto che l'impasto non le sembrava a posto e le ha chiesto di assaggiarlo. Dopo un primo assaggio ne ha fatto un secondo, poi sorridendo un terzo e ha accennato a farne un quarto.
Commento di Eleonora: "Mamma! Queste cose me le aspetto da papà, ma non da te!"

venerdì 16 settembre 2016

Rose rosse per te, ho portato stasera

Questa sera sono arrivato a casa con un mazzo di fiori per Anette.
Eleonora mi ha visto e ha detto: "Papà, che favore hai bisogno che la mamma ti faccia?"

giovedì 15 settembre 2016

Come Pippi

Sofia ha deciso di fare come Pippi: dorme con i piedi dove c'è il cuscino e la testa dove sino a ieri aveva i piedi.
L'ho scoperto quando sono andato a darle il bacio della buonanotte. Al buio...

mercoledì 14 settembre 2016

Corso di italiano per Sofia

Con l'ingresso nella scuola Sofia ha guadagnato il diritto all'ora di sostegno di "hemspråk", la lingua che si parla a casa. Ha la stessa insegnante di Eleonora, ma fanno lezione a orari diversi, prima c'è l'ora dei bambini più piccoli e poi di quelli più grandicelli.
Sofia ha lezione assieme ad un altro bambino, che va in un'altra scuola (vicina), ma che viene a fare l'ora di italiano nella scuola di Sofia ed Eleonora che è più grande e ha più bambini che parlano italiano.
Sofia è stata contentissima.
Appena mi ha visto, con voce esaltata mi ha detto: "Oggi a lezione di italiano ho imparato una parola nuova!  ...però non mi ricordo quale..."