domenica 8 dicembre 2019

Amsterdam

L'occasione è arrivata tramite zia Helena che aveva vinto un biglietto aereo che andava usato e che scadeva in questi giorni. Nella città io ho un team con il quale domani era già prevista una riunione Aggiungi la scusa dei compleanni, e così abbiamo deciso di fare un fine settimana ad Amsterdam.

Fra le altre cose abbiamo visitato la casa di Anna Frank e la affascinante chiesa cattolica "nascosta" Nostro Signore nell'attico https://www.opsolder.nl/it e così, in una città colorata dalle luci natalizie, dove l'odore del vin brulé si alternava a quello della cannabis, il tema è stato un po' quello delle persecuzioni religiose, per fortuna alternato alla degustazione di frittelle e cibo indonesiano.

Alla fine della visita alla casa di Anna Frank c'è un video con suo padre che parla di quando ha letto per la prima volta il diario. Io ho guardato quel filmato abbracciato ad Eleonora, anche perché parla proprio del rapporto fra un padre e sua figlia. E la visita è stata ancora più toccante e personale.

venerdì 6 dicembre 2019

10

Tanti auguri splendida Sofia! Tanti auguri alla tua passione, alla tua energia, alla tua generosità (tu che nel mezzo di una tappa di una gara di orientamento ti fermi ad aiutare una bambina che non trova la strada perché dici che è più importante che vincere, perché come dice il tuo personaggio preferito dei fumetti Bamse "Se si è grandi e forti bisogna essere gentili"), tanti auguri alla tua dolcezza, alla tua determinazione, alle emozioni che mi regali ogni giorno, a quel legame speciale che ci unisce e alle domande che mi fai sempre perché vuoi conoscere la mia storia. Tanti auguri a te che spesso vuoi metterti su un divano con me, ad elencare le cose che abbiamo in comune (tipo che siamo entrambi secondi, che abbiamo lo stesso colore dei capelli e degli occhi, più tante altre cose che ti piace trovare).
Buon compleanno bambina del mio cuore che da oggi entri in doppia cifra. Con tutto il mio cuore, tanti auguri.

mercoledì 4 dicembre 2019

 Due secondi posti, un sesto e due primi posti nelle cinque prove (due classiche, una lunga, una notturna e una sprint in città) hanno permesso a Sofia di finire la stagione di orientamento con un secondo posto nell'ultimo trofeo provinciale, davanti a una trentina di altre ragazze.

L'ultima prova si è svolta su un manto nevoso che da qualche giorno copre la città.

E così da genitore mi trovo con una figlia che ha talento per una cosa a me abbastanza sconosciuta, dove non so assolutamente come aiutarla, che consigli darle. È lei che insegna a me. E io cerco comunque di sostenerla. E per fortuna c'è Anette che è molto più esperta di me.

venerdì 29 novembre 2019

Menzione d'onore

Eleonora ha partecipato ad un concorso di scrittura. Ha deciso di scrivere in inglese. Il risultato è stata una menzione d'onore nella categoria 12-15 anni. Menzione d'onore nel senso che viene premiato il vincitore, mentre il 2 e il 3 classificato ricevono la menzione, senza un ordine.

La motivazione recitava: "Vivace e ben scritto su come l'amicizia, il gioco e la risata dei bambini possano abbattere tutte le barriere linguistiche, e come su noi in questo momento ci si possa raggiungere ben oltre la distanza geografica, anche quando sembra quasi impossibile. Un bel finale che è anche l'inizio di un potenziale proseguimento.



lunedì 25 novembre 2019

Hello darkness my old friend...

...why do you come at 3 PM?
Così canta Eleonora la parodia di "Sound of silence" adesso che si avvicina il solstizio d'inverno e le giornate diventano molto più corte.
Per andare all'allenamento del lunedì sera, quello che quando possiamo facciamo tutti e quattro insieme, la bici è però il modo migliore, basta coprirsi contro il freddo e rendersi visibili.
Quasi quasi compro i copertoni chiodati per quando arriva la neve...

sabato 23 novembre 2019

Non dimenticare le chiavi

"Non dimenticare le chiavi" mi ha detto ieri mattina Eleonora mentre usciva per andare a scuola.

Io ho pensato che volesse prendermi un po' in giro per quando sono io a fare le domande di rito ripetendo le cantilena su " hai le chiavi-tesseradeltram-telefono ...?"

E invece quando è stato il momento di aprire il portachiavi ho scoperto una dolce sorpresa. Mi aveva scritto un bigliettino. Una di quelle cose che ti fanno iniziare la giornata nel modo migliore!

Nota: ieri sera è stata convocata e ha fatto il primo allenamento con la under 18. È tornata stanca, ma entusiasta.

lunedì 18 novembre 2019

14

Buon compleanno splendida Eleonora, che oggi sei passata a prendermi al lavoro solo perché avevi voglia di farmi una sorpresa e di stare con me. Tu che sei in una affascinante zona di frontiera dove alterni essere bambina e essere donna, tu che vuoi essere indipendente, ma non vuoi crescere, anche se un minuto dopo lo vuoi. Tu, orgogliosa di quello che chiami "il tuo stile", che con fare distratto ci hai comunicato che settimana prossima dovremo venire in biblioteca perché ti hanno detto che sei fra le prime tre di un concorso di racconti al quale hai partecipato perché non sapevi cosa fare mentre mamma era al lavoro e io a Londra con Sofia. Tu, che come me adori disegnare (ma sei molto più brava di me), che Spotify rivela che quando sei a casa da sola balli e canti a squarciagola, tu che mi rendi felice solo a vederti, tu che sei l'unica che mi può spettinate. A te che 14 anni fa mi hai fatto pronunciare per la prima volta le parole "sono papà", tanti auguri amore mio!

sabato 16 novembre 2019

Riunione a scuola

Giovedì sera c'è stata la riunione dei genitori a scuola di Eleonora (classi 7-9, equivalente di terza media e ginnasio). Orgogliosa dei nuovi locali la preside ha deciso di iniziare
con la cena (stesso mangiare degli studenti), poi una sessione comune alla quale ha partecipato anche la Polizia, quindi l'ultima mezz'ora divisi nelle varie classi.

La sessione con la Polizia ha avuto come tema alcol e droga (compreso il vedere strumenti utilizzati da chi fa uso di narcotici e il riconoscere l'odore della marijuana), oltre all'informazione che dal compimento dei 15 anni inizia la responsabilità penale.

Nela sessione in classe un insegnante ha presentato (in maniera anonima) i pensieri degli alunni sull'essere adolescenti. Sia quelli positivi che quelli negativi, compresi i loro desideri sul comportamento dei genitori. Il tutto intervallato da discussioni in piccoli gruppi di genitori.

Prossimo appuntamento la colazione con gli insegnanti (una volta al mese 07:30-08:30)

lunedì 11 novembre 2019

Festa del papà

Ieri in Svezia era la festa del papà.
Eleonora e Sofia (idea di quest'ultima) mi hanno regalato un set per la barba, di quelli con pennello di tasso e porta rasoio.
Sofia ha accompagnato il regalo con una motivazione chiarissima: quando non ti fai la barba pungi!

mercoledì 6 novembre 2019

Le competitive

Sofia ha finito la stagione podistica con una distanza nuova per lei: 4,4 km, che sono due giri del laghetto Råstasjön.
Li ha percorsi in 18'04".
Durante l'estate è venuta a correre me qualche volta quando mi allenavo per la mezza maratona, ma non credo di potermi prendere il merito della sua prestazione, anche se a pensarci bene un po' dei suoi geni arrivano da me. I nostri allenamenti tipicamente sono così: partiamo insieme poi quando io sono al mio massimo lei mi dice: bene, riscaldamento fatto, quando iniziamo a correre? A quel punto le dico che può correre tenendo il suo ritmo. La ritrovo di solito poco prima di arrivare al traguardo. Lei ha già terminato il giro, ha ripreso fiato e fa il percorso a ritroso per venirmi incontro.

Adesso sono arrivate le temperature sotto lo
zero, e a parte qualche gara di orientamento le attività sono all'interno. Questa sera ne abbiamo provate alcune di tipo ludico. Visto che Anette aveva un gruppo di amici a cena (si ritrovano a turno a casa di qualcuno del gruppo, scelgono un tema e cucinano assieme) io,

Eleonora e Sofia siamo andati prima a mangiare fuori e poi in sala giochi. Non c'è stato gioco nel quale non si siano sfidate... (Eleonora ha vinto sempre, battendo anche me a Mario kart).

lunedì 4 novembre 2019

Riflessioni

Poter passare cinque giorni nei quali ci si può dedicare completamente alla propria figlia è un privilegio. Con Sofia era successo un paio di estati fa l'ultima volta, quando eravamo sul Lario mentre Eleonora faceva la scuola di vela. Con Eleonora è successo l'estate scorsa. È quasi il proseguimento dell'esperienza del congedo parentale. I tempi lunghi permettono di approfondire alcuni discorsi, di riprenderli, di rifarli in contesti diversi. In alcune occasioni le domande che mi ha fatto Sofia mi hanno colpito di più di alcune risposte che ha dato ad alcune mie domande. Mi ha ricordato quando avevo io la sua eta, e vedevo il mondo intorno a me da una prospettiva diversa da quella degli adulti, ma non per questo meno vera. Quella dei piccoli della canzone di Renato Rascel.
Mi ha anche fatto molte domande sulla mia infanzia, sulla mia storia.  E forse è solo autosuggestione, ma quando ieri, come da tradizione, siamo andati al memoriale mi è sembrato che mi sia venuta a cercare per darmi un abbraccio particolare.


giovedì 31 ottobre 2019

Dall'alto e dall'acqua

Si torna a casa dopo 5 memorabili giorni con Sofia. Abbiamo visto Londra dall'acqua, dal grattacielo più alto d'Europa, dalla passerella di vetro del Tower Bridge, dal double decker, e dalla nostra altezza a piedi per oltre 100 mila
passi. Abbiamo riso (tanto), imparato, giocato in tanti parchi giochi, parlato di tutto (compresa la Brexit), mangiato come gli inglesi.
E io l'ho viziata un po' più del solito, perché questo era il suo viaggio dei 10 anni.

martedì 29 ottobre 2019

WB Harry Potter Studios

Prima King's cross, poi gli studios, nei quali abbiamo passato oltre cinque ore affascinati dai reperti di scena, dagli effetti speciali, dalle chiacchierate con comparse e costumisti. Avendo letto tutti e sette i libri (più il manoscritto dell'ottavo racconto) e visto tutti e otto i film più i vari spin-off Sofia era ferratissima, e si è divertita immensamente. Ci si potrebbero passare giorni.

Degno di nota anche l'afternoon tea. Vale la pena. Molto British.

lunedì 28 ottobre 2019

30 mila passi

Il contapassi di Sofia oggi ha superato quota trentamila in una giornata iniziata presto e finita dopo una cena in un discreto ristorante indiano. Nel mezzo ci sono state fra le altre cose Hyde
park, St. James' Park, il cambio della guardia a Buckingham palace, le guardie a cavallo, una passeggiata sulla riva sud, il museo Tate, il Millennium bridge, altri giardini, Carnaby Street (che oramai sembra via Montenapoleone) e, chiaramente, Hamleys.
Il tutto condito parlandosi di tantissimi argomenti.

domenica 27 ottobre 2019

A Londra con Sofia

Per i suoi 10 anni Eleonora fece un viaggio a Londra con mamma Anette. Sofia decise allora che per i suoi 10 anni avrebbe voluto fare la stessa cosa, ma con me. E così visto che manca poco più di un mese e che le scuole hanno una settimana di pausa, io e Sofia siamo per cinque giorni a Londra.
Oggi è stata la volta di Kensington Gardens, Hyde Park, Mayfair, Piccadilly Circus e un fish and chips da The Mayfair Chippy.
E chiaramente il primo viaggio su un double decker.