venerdì 15 dicembre 2017

Ci crederà ancora?

Lo ammetto, ero convinto che Sofia credesse ancora a Babbo Natale.
Poi, stamattina, a bruciapelo, una domanda: "Papà, dove sono il sacco e il costume di Babbo Natale che usate di solito? A scuola stiamo preparando una recita e mi servirebbero".


a) Mente spudoratamente. È solo un modo per vedere cosa rispondo
b) Ha smesso di crederci, ma non vuole deludere noi adulti che lo facciamo per i bambini


Io ho bofonchiato qualcosa dei nonni, facendo una supercazzola mettendoci dentro delocalizzazione e outsourcing dagli elfi alle famiglie, problemi logistici di distribuzione dal Polo Nord e nuove techniche di lean production.


Lei, pacata, mi ha detto: "Insomma, non li hai".
Io: "No".
Lei: "OK".

mercoledì 13 dicembre 2017

Servono cloni

Prove della recita di Santa Lucia che iniziano 15 minuti prima del saggio di danza (entrambi di Sofia) praticamente in parallelo con gli allenamenti di pallavolo di Eleonora.
Recita di Santa Lucia in contemporanea in tutte le scuole della Svezia indipendentemente dalla classe, l'età e l'ordine di studio.
L'ultimo allenamento dell'anno che ti vuole presente per la classica partita bambini contro genitori, seguito dalla classica "fika" (caffè e dolce) che tradizione vuole siano fatti in casa.
Il tutto contemporaneamente a zilioni di scadenze lavorative.

Per Natale vorrei un clone, o anche due...

martedì 12 dicembre 2017

C'è da essere orgogliosi

Si avvicina la fine del primo quadrimestre. Eleonora oggi ha avuto il giudizio e il voto di inglese. Ha avuto A, che è il massimo, accompagnato da uno "Wow!". Ho visto voti con il + e con la lode, ma il wow mi mancava.

Eleonora ha raccontato che l'insegnante ha letto ad alta voce un compito scritto da Eleonora come esempio. Ha però cambiato alcune parole. Ad esempio al posto di "My sister" ha letto "My brother", verosimilmente per non metterla in imbarazzo.

domenica 10 dicembre 2017

Regalo apprezzato...anche da noi

Per il suo compleanno Eleonora ha ricevuto da zia Helena un corso di pasticceria. Oggi era il giorno del corso. Quattro ore dalle 11 del mattino alle tre del pomeriggio, e solo a quel punto i genitori erano i benvenuti per assaggiare il risultato.
Visto il periodo hanno fatto anche dei dolci delle festività in arrivo, dai biscotti allo zenzero ai dolcetti di Santa Lucia allo zafferano.
Eleonora si è divertita tantissimo. Ha imparato molti trucchi del mestiere e ha fatto nuove amicizie.
E noi abbiamo potuto assaggiare dei dolcetti squisiti.

sabato 9 dicembre 2017

Festa di Sofia

Oggi Sofia ha avuto la sua festa di compleanno. Una dozzina abbondante di bambini e bambine hanno ballato e giocato sotto la guida di Eleonora, che nonostante l'anno scorso avesse detto "Mai più! " ha comunque voluto fare da animatrice.  Hanno mangiato e cantato tanti auguri in svedese, italiano, farsi, inglese, spagnolo e tedesco. Infine hanno fatto la caccia al tesoro  (un sacchettino di dolci con una pallina per l'albero di Natale e un biscotto allo zenzero con il loro nome scritto con la glassa.
La caccia al tesoro è il mio cavallo di battaglia. Quest'anno dovevano risolvere un piccolo enigma in inglese per poter trovare il compito di matematica la cui soluzione era un numero di telefono che chiamato faceva squillare un cellulare che si trovava nello stesso cassetto dell'indizio successivo che raccontava quale palloncino far scoppiare visto che all'interno c'era la mappa del giardino con la posizione del tesoro.

venerdì 8 dicembre 2017

Eleonora cresce

Va e torna da sola da scuola e dagli allenamenti di tennis, anche adesso che alle quattro del pomeriggio è già buio pesto.
È diligente a fare i compiti da sola, ma capita anche di trovarla a leggere o scrivere, mentre ascolta musica ad alto volume e per trovarla in casa è bastato seguire la scia di vestiti che ha lasciato dietro di sé.
Nella moda ha quello che lei chiama il suo stile. Mischia vintage, GAP, Abercrombie con tocchi di stile manga e qualche cosa di H&M. Non vuole grandi marche, al contrario del sottoscritto che, lo ammetto, si vestiva da paninaro.
Ha iniziato a leggere e a vedere The Vampire Diaries, che non so perché, ma le fanno mangiare popcorn.
La coccolo chiamandola bambina, ma oramai sta diventando una ragazza con falcate che ricordano quelle di quando corre.

mercoledì 6 dicembre 2017

Otto

Buon compleanno splendida Sofia! Tu che sei la ragione che ho iniziato a tenere questo diario. Tu che vuoi sempre elencare tutte le cose che io e te abbiamo in comune, dal nome che inizia con la S al fatto che siamo secondi, al colore degli occhi e dei capelli. Tu che fai amicizia facilmente con tutti, che non ti arrendi mai, curiosa, dolcissima, indipendente, creativa.
Tu che quando, come da tradizione, questa sera ti abbiamo chiesto dove volevi andare a cena hai risposto: "Qui, a casa, e voglio cucinare io, voglio che papà mi insegni a fare i suoi spaghetti ai frutti di mare". E così abbiamo fatto, e da soli in cucina mi hai ringraziato per averti insegnato quelli che adesso sono un paio dei nostri segreti.
A te, che mi hai insegnato il fantastico miracolo matematico dell'amore per i figli, che segue le proprietà degli infiniti, visto che quando arriva la seconda figlia puoi darle un amore infinito senza dover cambiare l'amore infinito per la prima.
Ti voglio bene con tutto il mio cuore.
Tantissimi auguri.
Il tuo papà.

martedì 5 dicembre 2017

Assonnati

Ieri l'aereo ha fatto ritardo.
Tanto.
Siamo arrivati a casa alle 2:30 del mattino.
Questa mattina alle 8:00 le bimbe erano in classe.
- Eleonora aveva lasciato a casa gli occhiali
- Sofia aveva lasciato a casa i pantavento, che visti i -4 di oggi volevano dire non fare gli intervalli in cortile

Grazie ai telefonini mi hanno avvisato e sono passato a scuola con tutto ciò che era rimasto a casa.

Nota: in entrambi i casi mi sono soffermato prima di entrare, ed ho origliato un po' della lezione. È affascinante sentire il personale docente insegnare. Hanno un ruolo fondamentale, un lavoro importantissimo, e con passione e interesse cercano di coinvolgere gli alunni. Mi sono ritrovato a pensarci anche mentre ero in ufficio. Ho pensato che in quello stesso momento un'insegnante stava spiegando a Eleonora la statistica, mentre un'altra stava ragionando con la classe di Sofia sull'importanza dell'essere critici rispetto a quanto si legge e si vede in tv e su internet.

lunedì 4 dicembre 2017

Subconscio?

Ripartiamo per Stoccolma.
Gli occhiali di riserva di Eleonora sono rimasti sul comodino di nonna Marghe.
Ho fatto io i bagagli.
Parto con un po' più di amaro in bocca del solito.
Dicono che quando si dimentica qualcosa è perché nel subconscio hai il desiderio di tornare.
Mi sa che è vero.
Chissà se in questo caso significa che vorrei tornare con Eleonora...

domenica 3 dicembre 2017

Segni del tempo

L'entrata della cucina dei nonni a Milano ha una caratteristica particolare: sul telaio vengono segnate da anni le altezze di Eleonora e Sofia. Visto che fra le bimbe ci sono 4 anni e 3 settimane è diventato interessante da qualche anno vedere la differenza a parità di età.
Quest'estate Sofia era di un paio di centimetri più bassa rispetto a quando Eleonora aveva la stessa età. Adesso l'ha raggiunta.

sabato 2 dicembre 2017

Secondo giorno a Milano

Allenamento di corsa mattutino all'aperto con temperatura decisamente più mite rispetto a Stoccolma. 
Pranzo con vista Duomo (Spazio Milano - imperdibile).
Dei bellissimi regali.
Merenda con le amichette storiche (figlie del loro padrino).
Film serale sul divano coinvolgendo i nonni a vedere un film per ragazzi (Air Bud 5 - protagonista un cane, tema centrale la pallavolo! Il top per Eleonora e Sofia).
Le bimbe si godono Milano alla grande (e anche io).

...ed Eleonora oramai si muove per Milano con i mezzi come una locale. È stata lei a ricordarmi dove dovevamo cambiare metropolitana. 

venerdì 1 dicembre 2017

Milano

Come da tradizione il primo fine settimana di dicembre è dedicato a nonna Marghe e nonno Carlo, e così io e le bimbe siamo a Milano.

giovedì 30 novembre 2017

Incontro casuale

Quando si dice i casi della vita.
Oggi, dopo la scuola, io e le bimbe siamo andati in biblioteca vistp che Sofia doveva riportare un libro. Mentre eravamo lì abbiamo visto che proprio in quel momento stava per iniziare una premiazione di romanzi brevi scritti da ragazzi fra i 12 e i 16 anni. Premiava Sara Lövestam, una scrittrice svedese, e oltre a premiare teneva una piccola presentazione sulla sua storia. Ha inoltre annunciato che avrebbe letto il racconto vincente.
Eleonora, che coltiva il sogno di diventare scrittrice, ha assistito alla presentazione e alla lettura con molta attenzione. Ha vissuto con passione ogni momento, rimanendoci male quando la Lövestam raccontava dei primi rifiuti, ed emozionandosi all'episodio della pubblicazione del primo libro. Ha preso nota dei consigli, dallo stampare il racconto con due font diversi quando lo rilegge, al trovare il proprio stile, e si è spellata le mani applaudendo il racconto vincitore.
Ha anche scoperto che entro la mezzanotte di stasera può mandare un proprio racconto.
Adesso è in camera sua a scrivere.

mercoledì 29 novembre 2017

#movember

Novembre è il mese della campagna #movember, per sensibilizzare sul cancro alla prostata e sul cancro ai testicoli. In questo fra l'altro momento un mio collega è a casa proprio in convalescenza dall'operazione per rimuovere quest'ultimo.
Reazione di Eleonora e Sofia a me con i baffi: "Sappiamo che è per una buona causa, e la condividiamo...ma...rivogliamo il nostro papà!"

martedì 28 novembre 2017

Sofia prepara la festa

Sofia sta mettendo insieme i piani per la sua festa di compleanno.
Ha deciso di invitare tutte le ragazze della sua classe più quattro dei ragazzi, oltre ad alcune altre amiche.
È ancora indecisa sul tema della festa, è in piena fase creativa. Oggi pensava ad una caccia al tesoro. In giardino.
A dicembre.
La prima nevicata l'abbiamo avuta settimana scorsa.
Vuole convincere Eleonora a fare da animatrice, ruolo che Eleonora adora.
Staremo a vedere.