venerdì 9 novembre 2018

Materia a scelta

Eleonora frequenta il triennio che equivale alla terza media ed ai primi due anni delle superiori.
A scuola mi affascina come combinano teoria e pratica. A musica impara la storia della musica, la teoria, ma anche gli accordi base su tastiera e chitarra, e così ti sa strimpellare "Mamma mia" o un successo del momento.

A chimica hanno provato cosa succede quando metti i metalli alcalini nell'acqua, e per educazione civica hanno fatto un lavoro durante il periodo elettorale nel quale hanno analizzato i programmi di tutti i partiti, intervistando i candidati locali.

Fra un paio di settimane avranno due giorni di materie a scelta. Da una lista di una ventina di workshop ne possono scegliere sei, dei quali ne faranno quattro di mezza giornata ognuno. Ci sono, ad esempio, la programmazione dei robot di Lego (che poi sarà nel programma di tecnica dell'anno prossimo), il Natale tedesco, fotografia, mindfulness, arte, matematica, scrivere un racconto e scrivere una sceneggiatura.

Mi fa venire voglia di tornare a scuola.

mercoledì 7 novembre 2018

Globalizzazione

Al supermercato qui in Svezia trovo non uno, bensì diversi tipi di 'nduja.
La globalizzazione oramai è un fatto.

domenica 4 novembre 2018

Etichette imperfette

Ho ritrovato un post del 2013 dove mi chiedo chi abbia avuto la brillantissima idea di stampare alcune etichette dei vestiti con le istruzioni per il lavaggio con un inchiostro che sbiadisce così dopo qualche lavaggio le istruzioni sono illeggibili.

Sempre facendosi domande sulle etichette mi chiedo perché qualcuno le riempia di cosa NON si può fare anziché più semplicemente indicarti a che temperatura vada lavato il capo (anziché obbligarti a portarlo in tintoria).

sabato 3 novembre 2018

Tornati in Svezia

Dopo cinque giorni di vento e pioggia, una mini castagnata e una passeggiata sul "sentiero del viandante", pizza con gli amici dell'estate, uno splendido pranzo con persone ancora più splendide, una toccata e fuga a Crema e un po' di tempo con nonno Carlo e nonna Marghe che ci coccolano e sopportano lo tsunami che ogni volta gli portiamo in casa, eccoci tornati in Svezia, dove dopo la prima spruzzata di neve (sparita subito) il tempo oggi era quello che mi sarei aspettato sul Lario, autunno fresco, ma con sole.

Agli allenamenti di pallavolo Eleonora ha fatto coppia con una ragazza italiana la cui famiglia si è appena trasferita qui. Le gesta di Paola Egonu e compagne sono state molto seguite anche qui, anche se quelle che hanno fatto più festa sono le tre ragazze con genitori di origine serba e la ragazza con i genitori polacchi (campioni in campo maschile).

martedì 30 ottobre 2018

Con 'sta pioggia e con 'sto vento...

L'idea c'era venuta un mesetto fa, quando in Svezia iniziava a farsi sentire l'autunno mentre dall'Italia ci giungevano foto di sole e calore: qualche giorno sul "quel ramo del lago di Como" in concomitanza della settimana autunnale di vacanza di Eleonora è Sofia.
E così ieri siamo arrivati in Lombardia.
Speravamo di trovare il sole.
Per fare il tragitto che di solito richiede un'ora e un quarto ci abbiamo messo oltre tre ore. Alberi crollati sulla strada, un paese in blackout, allagamenti e bombe d'acqua.
Ma alla fine le caldarroste fatte sulla fiamma viva del camino ci hanno scaldato :-)

Nota: congratulazioni alle polizie locali della zona Merate-Lecco: operativi in tempo zero, tempestivi, efficienti, professionali sotto caterve d'acqua ad aiutare e prevenire incidenti.

domenica 28 ottobre 2018

Arte urbana

Il castello di Malmö, narra la leggenda, è abitato da fantasmi. E chi ci passa vicino di notte lì può anche vedere. Vagano per le stanze, ballano, fanno festa.

sabato 27 ottobre 2018

Harry Potter in concerto a Malmö Live

Per rimanere sul tema " cinema e musica sinfonica" oggi siamo andati a Malmö, nella splendida cornice del Malmö Live, a vedere Harry Potter e la camera dei segreti con la musica suonata dal vivo dall'orchestra sinfonica di Malmö.
Esperienza affascinante.

mercoledì 24 ottobre 2018

Piccole cuoche crescono

Torta brownie al cioccolato fondente con
ripieno di crema al dulce de leche e guarnitura di mirtilli.

Avere una figlia che ama fare i dolci per distrarsi dallo studio ha i suoi privilegi!

lunedì 22 ottobre 2018

Imparo da Eleonora

Una cosa che ho sempre apprezzato a livello culinario è l'uovo in camicia. La preparazione però non lo ha mai reso adatto alla colazione di un normale giorno della settimana... fino a quando Eleonora mi ha mostrato il suo trucco! Tazza d'acqua fredda, ci rompi dentro l'uovo, 75 secondi nel microonde (il nostro, 750W). Fatto!
Adesso farlo per tutti al mattino è un gioco da ragazzi (o da ragazze quando lo fanno Eleonora o Sofia). In 8-9 minuti ne ho preparati 4, su pane tostato, con cheddar e sale agli aromi, compresi nello stesso tempo caffè per me, macchiato per Anette, latte e cacao per Eleonora e Sofia.
Grazie del trucco, Eleonora!


sabato 20 ottobre 2018

La mattiniera

Buongiorno Ora!
Io sono già a pallavolo.
Buona giornata!
BACIO E ABBRACCIO!!!
♡♡♡♡♡
Il sabato mattina per Eleonora è uno di quei giorni in cui può dormire. Il suo allenamento di pallavolo inizia alle 10:45
Quello di Sofia invece inizia alle 9:15.

Sofia è anche quella che al mattino riesce ad essere allegra, creativa, di buon umore.
Così questa mattina ha deciso di lasciare per Eleonora un biglietto di buona giornata dove Eleonora è solita sedersi per fare colazione.

mercoledì 17 ottobre 2018

Cresco con loro

Quando Eleonora era nella scuola calcio dell'AIK la società mi fece fare il patentino UEFA di base per allenatori.
Quando (recentemente) Sofia ha iniziato a fare atletica quella società mi ha fatto fare il corso per allenatori di bambini.
Questa sera vado a fare la seconda parte del patentino base per allenatori di pallavolo.
Grazie ad Eleonora e Sofia continuo a crescere e sviluppare nuove conoscenze anche io.

sabato 13 ottobre 2018

Mens sana in corpore sano

Se il sabato mattina è dedicato allo sport (torneo di pallavolo), allora si può usare il pomeriggio per rilassarsi ed allo stesso tempo dare un po' di nutrimento al cervello (anche se, a dire il vero, anche la pallavolo richiede un po' di materia grigia).

E così oggi pomeriggio tutta la famiglia si è recata alla Bergwaldshallen ad ascoltare l'orchestra sinfonica della Radio Svedese che suonava colonne sonore famose, con brani di film che hanno fatto la storia della mia infanzia, come Superman, Guerre Stellari e Indiana Jones (ma anche Batman, Hunger Games e Capitan America).

Adesso abbiamo deciso di guardare tutti i film dei quali abbiamo ascoltato un brano.

venerdì 12 ottobre 2018

Un tempo burrascoso

Sofia: "Papà, oggi a italiano abbiamo fatto il passato terremoto".
Immagino che sia il tempo che viene utilizzato per raccontare eventi passati catastrofici...

martedì 9 ottobre 2018

Prova di Indipendenza

Anette via due giorni.
Devo partire per lavoro. Berlino.
L'aereo parte alle 06:55, il taxi arriva alle 05:15
Le bimbe devono essere a scuola Sofia alle 8 ed Eleonora alle 8:30.
L'accordo con la vicina è stato che alle 7:15 sarebbe venuta a prendere Sofia per farle fare colazione da loro e portarla a scuola assieme alle sue figlie.
E così Eleonora e Sofia si sono svegliate da sole, all'ora prevista Sofia era pronta, Eleonora si è preparata la colazione ed era a scuola prima del solito.
Io sono stato contento che l'aereo avesse il Wifi così ho ricevuto i messaggi mentre ero ancora in volo.

sabato 6 ottobre 2018

La carica dei vitelli

L'entrata del tubo
nel fiume
Kalvruset, la carica dei vitelli, è una corsa campestre con ostacoli naturali. C'è chi la affronta come una gara normale, e chi come Eleonora e Sofia (e la maggior parte) la
usa per festeggiare la fine della stagione podistica e un'occasione per infangarsi.

La versione di quest'anno, 2,8km,
prevedeva di correre sia in una zona umida che nel letto di un fiume, compreso un passaggio dentro un tubo di cemento nel quale scorreva il suddetto fiume.

Entrambe si sono divertite alla grande. Da settimana prossima le uniche competizioni saranno quelle all'asciutto temperato dei tornei di pallavolo.


giovedì 4 ottobre 2018

Visti da loro

Riunione di classe a scuola di Eleonora.
È una classe nuova in una scuola nuova.
Entriamo noi genitori. Entrano due insegnanti. Uno di loro ci dice che questo è il momento in cui tipicamente ci si presenta con nome, cognome e di chi si è genitore, ma...
...ma questa volta c'è una sorpresa. A presentarci saranno i nostri figli, tramite delle descrizioni che hanno scritto a lezione. A noi genitori il compito di vedere se sappiamo riconoscerci.
E così, una a una, legge le descrizioni. "Il mio papà.... la mia mamma...". Ad ogni descrizione qualcuno si riconosce. Descrizioni dolci, divertenti (tipo uno che ha scritto "mio papà è appena entrato nella crisi di mezza età..."), piene di sentimenti amorevoli.
Io e Anette ci siamo riconosciuti, e ci siamo anche un po' commossi.
Adesso inoltre sappiamo diversi aneddoti sui genitori dei nuovi compagni di classe di Eleonora.

domenica 30 settembre 2018

Tempi moderni

Eleonora ha perso un dente.
Le abbiamo suggerito di fare come da bambina, metterlo sotto un bicchiere questa notte e vedere domattina se sarà passata la fatina a lasciare una moneta.
Risposta di Eleonora: "O se mi ha swishato i soldi sul conto". (Swish è un'app che si usa per fare piccoli trasferimenti, tipo postepay).

sabato 29 settembre 2018

Jump!

Jump yard è un posto diventato velocemente molto di moda fra gente di tutte le età. Tappetini elastici e vasche piene di gommapiuma. Un posto dove saltare, fare acrobazie, provare giravolte
cadendo sul morbido.

Eleonora e Sofia lo adorano, e come loro tanti altri. In tempi in cui si dice che gli schermi imbesuiscono, ecco tappetini elastici e parkour, che fanno sì che ci si attivi.

Secondo sia Eleonora che Sofia poi il parkour è l'allenamento ideale per fare i salvataggi più spettacolari nella pallavolo, e a guardare i video su YouTube di quelli che recuperano i palloni saltando cartelloni pubblicitari e tavoli degli ufficiali di gara non si può dar loro torto.

martedì 25 settembre 2018

Tutto il mondo è paese

Dopo che anche a Stoccolma l'estate ha raggiunto i 35 gradi, e dopo che il giorno successivo le elezioni tutti si sono proclamati vincitori, compresi quelli che hanno preso il loro minimo storico, si sono aggiunte anche le riunioni di classe a far si che le differenze fra Italia e Svezia siano sempre minori.

Questa mattina su Italians c'era questa lettera: http://italians.corriere.it/2018/09/25/lettera-cellulari-a-scuola-la-mamma-e-la-pasta-al-pesto-o-al-pomodoro/

Questa sera Anette è tornata dalla riunione di classe di Sofia. Praticamente avrebbe potuto scrivere lei la lettera a Italians, con citazione dei dieci minuti di arringa con i quali una mamma ha cercato di spiegare perché sua figlia deve avere il diritto di tenere il cellulare acceso in classe, e la scuola ha il dovere di garantirle che non le verrà rubato (iPhone X in mano a bambina novenne...).

Nota di cronaca: oggi è il nostro 14esimo anniversario di matrimonio.

venerdì 21 settembre 2018

Stagioni diverse

Il bello di essere una famiglia internazionale è che ogni tanto si scoprono diversità divertenti.
Sulle stagioni avevamo già scoperto che mentre in italiano diciamo che "una rondine non fa primavera", in svedese si dice che non fa estate.
Ieri sera si parlava di autunno. Anette e le bimbe dicevano che siamo già in autunno. Io sostenevo che inizia con l'equinozio, il 23 settembre.
E così mi hanno detto all'unisono la definizione svedese di autunno, dettata dall'istituto metereologico: La stagione quando la temperatura giornaliera media è calante e assestata fra gli 0 e i 10 gradi, ovvero fra 0 e 10 gradi per 5 giorni dopo temperature superiori ai 10 gradi dopo il 1 agosto. (In svedese, secondo SMHI: "den årstid när dygnsmedeltemperaturen är fallande och ligger mellan 0 och 10 grader. Eller mellan 0 och 10 grader under 5 dygn efter temperaturer över 10 grader efter 1 augusti.").

Questa definizione implica che, tipicamente, a Kiruna, in Lapponia, l'autunno inizia il 16.agosto mentre a Malmoe il 12 ottobre.

Ammetto che la definizione che segue solstizi ed equinozi mi sembra più pratica.

mercoledì 19 settembre 2018

Segnali di crescita

Una volta mi sono ritrovato a rendermi conto di quanto stesse crescendo Sofia perché stavo piegando il bucato e guardando alcuni vestiti mi chiedevo se fossero suoi o di Eleonora.

Ieri mi sono reso conto di quanto stia crescendo Eleonora perché mentre stavo piegando il bucato non ero sicuro se alcuni capi fossero suoi o di Anette...

giovedì 13 settembre 2018

I bambini ci guardano

C'è una cosa che mi sembra di dire almeno un paio di volte a settimana a una delle mie figlie: "togliti bene le scarpe".
Quelle da ginnastica, quelle da corsa e quelle da pallavolo le trovo sempre ancora allacciate, tolte con il classico gesto di chi ha tenuto giù il tallone dell'una con la punta dell'altra.
Ho spiegato che così si sformano, si rovinano, perdono elasticità. Ho fatto vedere dove sono più consunte proprio a causa di quel movimento.

Ieri, dopo la corsa, sono tornato in ingresso per prendere le mie scarpe e portarle nel seminterrato dove abbiamo tutte gli indumenti per lo sport.
Le ho guardate. Erano allacciate. Perché è un gesto che faccio anche io.
E come faccio a pretendere da mia figlia un comportamento diverso?
Non so se sia imprinting, genetica, o cosa. È però chiaro che i bambini ci guardano, che è difficile dir loro di non portare fumetti o libri a tavola mentre noi siamo lì con caffè e giornale, è difficile dirgli di smetterla di chattare mentre noi siamo lì con il cellulare in mano a rispondere a una mail o a un Whatsapp.

Perché i bambini non fanno come diciamo. Fanno come facciamo.


martedì 11 settembre 2018

Geografia moderna

Lo ammetto, geografia quando ero alle elementari io era un po' più semplice. Cecoslovacchia, Jugoslavia e Unione Sovietica erano facili da trovare sulla cartina ed erano solo tre capitali da imparare.


Sofia ieri ha raccontato di avere due nuove compagne di classe.
Vengono dalla Ce... Cechia.


Poi ha raccontato di loro. Piano piano, da vari dettagli, abbiamo intuito che la provenienza forse era un altra.


Alla fine ci siamo arrivati. Cecenia.

domenica 9 settembre 2018

Movimenti segreti

Martedì sarà il mio compleanno.
In settimana sono stato via per diversi giorni. Tornato venerdì sera tardi, ieri e oggi ho notato piccoli segni che le bimbe tremano qualcosa. Ingredienti per dolci che di solito non abbiamo nella credenza, occhiate e parole in codice, Anette e Sofia che oggi, dopo che siamo andati a votare, sono sparite per un po' nel centro commerciale.
Vedremo.

Devo comunque ammettere che sono molto meglio di me a mantenere i segreti e la faccia da poker. Anette i regali me li legge in faccia. E quando riesco a nasconderlo lascio in giro scontrini, sacchetti del negozio, e compagnia bella.

sabato 1 settembre 2018

8 giorni alle elezioni

Settimana prossima si voterà per il nuovo governo. Qui si vota ogni quattro anni.
Sia a scuola di Eleonora che di Sofia se ne parla molto.
A scuola di Eleonora faranno le elezioni simulate, con tanto di seggi, urne e scrutatori. Tutte le classi, nell'ambito del corso di educazione civica, stanno facendo un lavoro sui vari partiti ed i relativi programmi. Vedremo se il voto degli studenti rispecchierà il risultato degli adulti.
A scuola di Sofia gli allievi hanno potuto creare partiti su temi a loro cari. Sofia è molto coinvolta nel tema della refezione: piatti cucinati, riduzione degli sprechi, aspetto sostenibile e ambientale. È convincente. La voterei.

martedì 28 agosto 2018

Felicità è un biglietto sul letto

Ho trovato un biglietto sul cuscino.
Riconosco la calligrafia di Sofia.
Sofia che oggi è stata utile alle bambine di una quinta della sua scuola. La classe ha una nuova allieva. È appena arrivata da Pisa. Italiana. Parla poco svedese. Alcune delle ragazze di quella classe conoscono Sofia, sanno che parla italiano, così sono andate a prenderla. È Sofia si è resa utile!

giovedì 23 agosto 2018

Picnic di giovedì sera

Sofia ha un amico "storico". Sono nella stessa classe da quando andavano all'asilo e lei aveva poco più di 15 mesi.
Questa sera dopo la scuola hanno deciso che ci sarebbe stato bene un picnic con pizza. La scelta è caduta sul punto panoramico a 100 metri da casa.
I quattro bambini (lui ha un fratellino) hanno poi deciso di spontanea volontà di raccogliere alcune lattine che erano state lasciate in giro, e di donare in beneficenza il ricavato (cosa che si fa premendo un bottone - quando al supermercato riporti i vuoti la macchina ti dà due opzioni: buono per la spesa o beneficenza).

domenica 19 agosto 2018

Sulle orme di Santa Brigida

Oggi abbiamo portato i nonni svedesi a fare un brunch, cogliendo l'occasione per festeggiare nonna Eivor che in settimana aveva compiuto gli anni.
La scelta è caduta su un posto molto carino a soli due km da Finsta, dove nacque Santa Brigida (qui nota come Heliga Birgitta).
E così dopo pranzo siamo andati a visitare il luogo dove è cresciuta e la grotta dove ebbe le rivelazioni.
Fra i vari cartelli anche quello che indica in che direzione è Roma.

venerdì 17 agosto 2018

Ultimo giorno di vacanza (per E&S)

Lunedì ricominciano le scuole.
Per Eleonora scuola nuova, un po' più lontana da casa. Compagni di classe nuovi (i due che vengono dalla sua scuola sono in un'altra sezione, ma potrebbe rincontrarli in futuro visto che ogni anno verrano mischiate le sezioni), e insegnanti nuovi.
Per Sofia un ritorno, che ha già un po' assaporato questa settimana visto che oltre metà della sua classe era al "tempo libero" nei locali della sua scuola, con i suoi educatori del doposcuola".
Ricominciano anche le varie attività.
Non so se cantare i Righeira o il Re Leone...

lunedì 13 agosto 2018

Piccoli anniversari

23 anni fa oggi, su un treno da Goteborg a Stoccolma, uno studente italiano di ingegneria elettronica in inter-rail con due amici incontrava una studentessa svedese di ingegneria gestionale che tornava a casa dopo aver lavorato ai mondiali di atletica.


Ha ancora un buon piede

Ieri pomeriggio. Fuori dalla stadio, prima della partita dell'AIK. La squadra è solita organizzare attività per chi va a vedere la partita o semplicemente è in zona. Una delle attività era il tiro al bersaglio su calcio di punizione.
Eleonora mi ha chiesto se poteva provare. Non gioca più in una squadra da tre anni, ma le piace giocare a scuola.
Ci mettiamo in coda. Vediamo un po' di tutti i tiri. Noi papà di mezza età siamo decisamente quelli con la mira peggiore.
Arriva il turno di Eleonora. Piccola rincorsa, tiro calibrato, e pallone che si fissa al velcro appena fuori dal centro.
"È il miglior tiro della giornata" le dice il responsabile.
Oggi, ultima settimana di vacanze, inizia il campo di pallavolo. Le ho chiesto se volesse cambiare con quello di calcio, ma mi ha detto che preferisce il volley.

mercoledì 8 agosto 2018

Tornati al completo

Hanno fatto l'olio di colza, si sono immerse nei semi di colza, hanno fatto il bagno ogni giorno visto che l'Österlen ha in questi giorni temperature mediterranee e anche se in mare c'erano le meduse
erano quelle senza tentacoli, che le senti addosso gelatinose, ma non bruciano.
Hanno fatto tornando a casa l'immancabile tappa a Gränna, città dei polkagris, che sono i bastoncini di caramella.
E adesso sono tornate a casa.
Siamo di nuovo al completo.

domenica 5 agosto 2018

Home alone

È il mio turno di essere a casa da solo.
Anette è al mare per qualche giorno con Eleonora e Sofia. Io domani torno al lavoro.
Non sono abituato ad avere la casa così vuota e silenziosa.

PS: Ieri abbiamo visto il nuovo Mamma Mia, che qui gioca in casa.
Abbiamo cantato tutta la sera e perfino a colazione oggi. A chi piace il genere, merita!

venerdì 3 agosto 2018

Malmö

La tradizione  vuole che le vacanze finiscano con dei giorni nella Scania. Per qualche giorno siamo quindi da zia Helena a Malmö.
Il comune ha organizzato in giro per la città tante attività per bambini e ragazzi, da attività come parkour, arrampicata e percorsi a ostacoli, alla spiaggia "urban beach" https://hejbarn.se/evenemang/urban-beach-pa-ribban con tanto di percorso a ostacoli nell'acqua.
Eleonora e Sofia ne stanno provando il più possibile.

martedì 31 luglio 2018

Tornati in Svezia

Sono venuto in Svezia per la prima volta nel 1995. Dal 1996 faccio avanti e indietro in maniera abbastanza regolare.
Per la prima volta oggi sono partito da Milano con 31 gradi e sono arrivato a Stoccolma che ce n'erano 32.
Commento all'unisono delle bimbe: "Che caldo! Sembra di essere in Italia!"

Nota: questo è il luglio più caldo dal 1756, anno in cui sono iniziate le misurazioni. Siamo da 3 a 5 gradi sopra la media. 

domenica 29 luglio 2018

Potere ai piccoli

Al "Pirellone" c'è, sino al 20 settembre, una mostra di opere in Lego fatte da Riccardo Zangelmi che si chiama "Potere ai piccoli".
Opere proprio bella, più uno spazio creativo.
Merita davvero!

venerdì 27 luglio 2018

Planetario

Nel giorno dell'eclisse lunare abbiamo deciso di andare a visitare il planetario Hoepli in Palestro.
Bimbe (e papà) affascinate! Istruttivo, educativo, divertente. Merita proprio!

giovedì 26 luglio 2018

Dai nonni a Milano

Anette è tornata in Svezia.
Io e le bimbe siamo dai nonni a Milano.
Siamo coccolati. Tanto.

domenica 22 luglio 2018

Venezia

Sarà piena di turisti (come noi), cara (ma abbiamo trovato diversi posti con ottima qualità e prezzi "normali", ti chiedi
come facciano a transitare certe navi da crociera proprio di fianco a Piazza San Marco... ma Venezia è unica, e ha un fascino tutto suo.

sabato 21 luglio 2018

Ultima notte in Friuli

Bella passeggiata nel "Bosco degli alberi delle risonanze", piccola gita in carrozza, sconfinamento in Slovenia tanto per dire #cisiamostati, e visita alle miniere di Cave del Predil (visita che vale la pena, ieri avevamo visto il museo, che aiuta a capire la storia di questa zona e delle cave).
Ma anche relax, sauna e libri.
Nei boschi, la storia
Domattina lasceremo il Friuli.
Ci torneremo.
Bello. Ben organizzato. Sapori, profumi, panorami, colori...è bello persino con la pioggia, che poi oggi con noi è stata proprio clemente.

venerdì 20 luglio 2018

FVG

Monte Lussari.
Un abbozzo di passeggiata verso dove Italia, Austria e Slovenia confinato.
Un picnic sulle rive del Lago del Predil.
Un'istruttiva e interessante gita alle Cave del Predil.
Il Friuli Venezia Giulia è veramente bello! Perfetto da esplorare in famiglia.

giovedì 19 luglio 2018

Gioielli italiani (2)

Laghi di Fusine.

Non servono parole.

Anche Eleonora e Sofia hanno fatto il giro di entrambi quasi senza proferire parola, se non suoni affascinati di ammirazione.

mercoledì 18 luglio 2018

Gioielli italiani

Questa mattina gita ad Aquileia.
Affascinante.
Sofia è persino indecisa se sia stata meglio Aquileia o il pomeriggio all'aquapark di Grado.

lunedì 16 luglio 2018

Memorie e memoria

Uno spera che le vacanze lascino alle bimbe delle belle memorie. Possono essere sapori, come certi gusti del gelato di "Marco" o il branzino di "Massimo", oppure certi scorci, certi panorami (Trieste vista dal castello di Miramare), o a volte delle canzoni, cantate da tutti a squarciagola in auto.

È importante però anche la memoria di eventi che hanno fatto la storia. E così oggi siamo stati anche alla Risiera di San Sabba.
Abbiamo pianto tutti e quattro.


sabato 14 luglio 2018

E adesso vacanze insieme!

Sofia ha finito il corso di vela a Mandello. Si è divertita tantissimo, grazie anche allo splendido lavoro delle tre istruttrici.
Dal Lario ci siamo trasferiti e siamo andati a riprendere Eleonora, che era a Lignano al Gazzetta Summer Camp. Eleonora si è divertita un mondo. Esperienza proprio bella sotto tutti i punti di vista.

Adesso inizia la nostra vacanza in Friuli.

giovedì 12 luglio 2018

A cena da soli

Questa sera il corso di vela di Sofia ha organizzato una pizza per i partecipanti al corso.
E così io e Anette ci siamo trovati inaspettatamente con una sera tutta per noi.

Nota: Sofia oggi ha fatto praticamente da un lato all'altro del lago da sola. L'insegnante lo ha chiamato "Independence day", aiuta i bambini a sentirsi indipendenti.

lunedì 9 luglio 2018

Tempo di campi estivi in Italia

Eleonora l'abbiamo lasciata al pullman in una piazza dalla quale di pullman ne partivano almeno una decina verso mezza Italia. Via via che arrivavano le persone si chiedevano "Danza a Cesenatico?" o "Multisport a Canazei?".
Gli organizzatori però erano scaltri, e alla fine ognuno è salito sul bus giusto.
Ieri sera ci ha chiamati. Prima impressione buona.
Le hanno dato il soprannome Ikea. Ha detto che le è andata meglio della ragazza Svizzera che si è beccata Toblerone...

Sofia fa il corso di vela. La lasciamo al mattino e la prendiamo nel pomeriggio. Si è divertita tantissimo oggi, primo giorno.

sabato 7 luglio 2018

Passata quota 170

Arrivati a Milano.
Il rito prevede la misurazione delle bimbe, con relativa tacca sullo stipite della porta della cucina.
Pietra miliare per Eleonora. È alta 171cm.

mercoledì 4 luglio 2018

Un ottimo acquisto

Ordinata venerdì è arrivata ieri e l'abbiamo ritirata oggi. Subito provata. La gelatiera è un portento. 45 minuti e c'è più di un litro di gelato che ti aspetta.
Eleonora è dai nonni, ma ci ha chiesto di tenerle da parte una coppetta della prima produzione.
Sofia, dopo quello ai mirtilli, sta già pensando ai vari gusti che vuole fare.

domenica 1 luglio 2018

Il turno di Eleonora dai nonni

Oggi Eleonora ha preso il pullman per andare dai nonni, che ce la riporteranno venerdì.
Piccolo momento di suspense... è scesa alla fermata successiva rispetto a quella dove la aspettava la nonna (il paesino è piccolo, ma ha due fermate).
La aspettano bagni nel lago e orienteering nei boschi, tantissimi libri, la soffitta, gatto Simon, le frittelle di nonno Bosse e le torte di nonna Eivor.

sabato 30 giugno 2018

Tornati al completo

Con Stefan Tärnhuvud,
velocista
Oggi siamo andati a prendere Eleonora dopo una settimana di campo estivo.
Si è divertita alla grande, ha fatto nuove amicizie, ha persino conosciuto amici che saranno nella sua nuova scuola dopo le vacanze.
Si è appassionata al salto in alto e alle distanze sprint. Con gli amici hanno fatto esercizi di team building. Dalle 6:45 alle 22:30 di ogni giorno è stata tutta energia positiva.

mercoledì 27 giugno 2018

Dal minimalismo alla telefonata

Mentre ero in taxi tornando dall'aeroporto mi è suonato il telefonino. Era Eleonora.
Mi ha raccontato di come le sta andando il campo estivo, degli amici nuovi da tutta la Svezia, della nuova passione per il salto in alto e di molto di più.
Sorpresa molto piacevole :-)

martedì 26 giugno 2018

Messaggi minimalisti

Dal campo estivo di Eleonora le notizie arrivano centellinate, monosillabi mandati con parsimonia.
Si capisce però che si sta divertendo tanto e che il campo è interessante e gestito bene.
Domani c'è la boa di metà settimana.
Chissà se alle 16:00 si fermeranno come sembra che si fermerà tutta la nazione per vedere Svezia-Messico...

domenica 24 giugno 2018

Torna una, parte l'altra

Oggi abbiamo portato Eleonora al campo estivo sportivo. Lei farà quello di atletica, ma in quello che si potrebbe chiamare un mini villaggio olimpico ci sono quasi duemila ragazzi e ragazze a fare anche calcio, danza, ginnastica, basket, tiro a segno, multisport, pallamano, innebandy (una specie di hockey giocato in palestra), hockey su ghiaccio e tennis.

Il tutto è iniziato con uno spettacolo che ha alternato brani cantati da una delle cantanti pop in voga in Svezia a spiegazioni su come viene istruito il personale, sulla lotta al bullismo e sul campo in generale.
Ogni sera, messi a letto i ragazzi, gli istruttori discuteranno di come far sì che ognuno si trovi bene.

L'organizzazione è affascinante. Oltre a circa un migliaio di educatori e allenatori che si alterneranno nelle quattro settimane in cui ci saranno attività (ogni ciclo dura una settimana), il campo è anche opportunità di lavoro estivo per oltre 250 studenti.

Andremo a riprenderla sabato. Nel frattempo i nonni ci hanno riportato Sofia.

venerdì 22 giugno 2018

Un classico di midsommar

Maggio è stato uno dei mesi più caldi della storia svedese.
Ai primi di giugno abbiamo toccato i 31 gradi.
Abbiamo avuto più di un mese senza nemmeno una goccia di pioggia.
L'altro ieri e ieri sono arrivate le nuvole e un po' di acqua.

Oggi è midsommarafton. Per molti svedesi è un giorno più importante di Natale. È il giorno in cui le famiglie si riuniscono, in cui si balla
intorno al majstång cantando brani tradizionali.

Ha piovuto esattamente da metà mattina a un'ora dopo i balli.

Adesso è tornato il sole.

giovedì 21 giugno 2018

Vacanza attiva

In quattro giorni dai nonni Sofia ha:
- sparato col fucile ad aria compressa (sotto la guida di nonno Bosse)
- fatto biathlon estivo (corsa + tiro)
- corso una gara di orienteering (con nonna Eivor)
- fatto il bagno in piscina (con entrambi, li ha persino convinti a provare lo scivolo toboga)

Credo sia la definizione di vacanza attiva.

(Ha anche letto e coccolato gatto Simon)

mercoledì 20 giugno 2018

Famiglia sparsa

Io a Roma, Sofia dai nonni, Anette ed Eleonora a casa.
Settimana prossima ci sarà Sofia a casa, ma io sarò ad Amsterdam ed Eleonora al campo estivo sportivo.
Saranno le vacanze in Italia a riunirsi.
Quest'anno Friuli!

domenica 17 giugno 2018

Tradizione estiva

Lasciare una delle bimbe dai nonni per poi andare a riprenderla quando si festeggia midsommar (il solstizio d'estate) è oramai una tradizione.
Oggi tocca a Sofia.

Eleonora già pregusta di guardare accoccolata con me e Anette tutte le serie televisive con categoria 13+

sabato 16 giugno 2018

Piccole vendette

Lunedì pomeriggio alle 14:00 ci sarà Svezia-Corea per i mondiali di calcio.
Sto seriamente pensando di organizzare una riunione con obbligo di presenza...

giovedì 14 giugno 2018

Il pieno di libri

Eleonora e Sofia oggi hanno approfittato del primo giorno di vacanza per usufruire dell'iniziativa della biblioteca di zona che presentava libri per tutte le età e offriva del gelato. A chi prendeva in prestito uno o più libri veniva data una valigetta, e a chi porterà una recensione verrà dato un piccolo regalo.
Bella iniziativa!

martedì 12 giugno 2018

Ultimo giorno di scuola

E così è arrivata anche la fine di questo anno scolastico.
Per Eleonora è anche l'ultimo in questa scuola. Da agosto inizierà il triennio 7-9 in un'altra scuola.
E fra poco più di 5 mesi sarà ufficialmente una teen ager.
E che adesso inizino le (loro) vacanze.
Buona estate!

domenica 10 giugno 2018

Diamond League

Oggi allo stadio di Stoccolma si svolgeva una delle tappe della Diamond League di atletica leggera.
Fra i premi vinti da Eleonora e Sofia settimana scorsa c'erano anche quattro biglietti per le gare odierne (due a testa), e così oggi tutta la famiglia è andata a vedere la competizione.
Quattro record dello stadio, clima perfetto, bambine affascinate. Un pomeriggio molto piacevole grazie a Eleonora e Sofia!

venerdì 8 giugno 2018

Diverse anche in questo

Su alcune cose Eleonora e Sofia sono molto diverse. Sofia adora le bevande frizzanti, Eleonora beve solo acqua naturale, latte o succo di mela. Eleonora ama il cioccolato fondente, Sofia solo quello al latte. Sofia ama i frutti di mare, Eleonora lì lascia nel piatto.

Oggi ho scoperto un'altra differenza. Lo shopping. Sofia adora provare i vestiti, Eleonora no.
Sofia si diverte a comprare le scarpe. Per Eleonora è una tortura.

mercoledì 6 giugno 2018

Riflessione su whatsapp e cellulari

Non vedo molto la relazione fra il cellulare e l'attività fisica. Sofia a 8 anni ha il telefonino, ma fa anche danza, pallavolo e nuoto, fa gare di orienteering e nel tempo libero corre (10'19" su 2,3km sono un tempo di tutto rispetto. Provare per credere). Gioca in casa, in giardino e in strada con i figli dei vicini e con la sorella. Sorella di 12 anni che ha il telefonino da quando ne aveva 9 e che fa tennis (va e torna da sola, in bici, dagli allenamenti), pallavolo, orienteering, e che 2,3km li fa in 9'36".

Con Whatsapp entrambe comunicano con nonni e amici in Italia, con zia Helena che abita a 600km e con gli amici, i compagni di classe e quelli di squadra. È uno strumento come tanti, senza il quale a volte si rischia di rimanere fuori, ma non nel senso di "all'aperto".

Con il computer ci si può imbesuire a guardare YouTube o si può programmare in Scratch (Eleonora fece il primo corso di programmazione quando aveva 8 anni). Minecraft sviluppa la creatività. Come con i libri e i fumetti, c'è di tutto, dal classico alla baggianata.

La mancia a Eleonora la mettiamo direttamente sul suo conto, e l'app dei pagamenti sul suo telefonino fa sì che non debba andare in giro con troppi contanti.
Con un'altra app, WattPad, Eleonora coltiva (in parte) la sua passione per la scrittura. Il concorso di scrittura al quale ha partecipato, e che è risultato nella pubblicazione del suo racconto in un libro, si è svolto tutto in digitale, fra tablet e computer.
Quando Eleonora cucina il telefonino la aiuta sia a cercare ricette che a invitare le amiche a cucinare con lei. Il modo migliore di fare le uova in camicia in 70 secondi nel microonde lo ha trovato su Youtube.

Quando era al cinema con le amiche ieri era chiaramente spento, come spento è quando è a scuola (va lasciato in una apposita scatola entrando in classe), tranne quando rispondono a quiz di studio usando l'app Kahoot. L'app Duolingo aiuta Eleonora con il tedesco e Sofia con l'inglese.

Certo, il telefonino è uno strumento con pro e contro, e le app e i social hanno vantaggi, svantaggi e rischi, e quindi sta a noi genitori conoscere, monitorare, controllare, capire, leggere, consultarci, stabilire regole e far sì che vengano rispettate. Ed è un lavoro costante, visto che nuove app escono quotidianamente.
Ad esempio, noi abbiamo il controllo sulle app che scaricano, e possiamo verificare i contenuti in ogni momento. Sulle app con funzione social Eleonora non è mai registrata con il proprio nome e non fornisce mai informazioni personali. Sofia non può usare social e su Whatsapp abbiamo il pieno controllo dei suoi contatti (e chiede sempre se può aggiungere qualcuno). Abbiamo linee guida sul "tempo di schermo" (telefonino + cellulare + tablet + tv, esclusi i compiti).

Quanto sopra è ciò che io e Anette reputiamo funzioni per noi e per le nostre figlie, considerati tanti elementi, da dove viviamo alle regole che abbiamo in casa. Non è comunque una verità assoluta. Rispetto, e ascolto con interesse, le altre opinioni.

Una piacevole sorpresa

Nella casella della posta Eleonora ha trovato un regalo molto piacevole da parte della Provincia di Stoccolma: una tessera dei mezzi pubblici valida per tutto il periodo delle vacanze. Vale per viaggi in tutti i 26 comuni della provincia. Dal 16 giugno al 9 agosto.
Regalo molto apprezzato.
...che sia perché a settembre ci sono le elezioni?

lunedì 4 giugno 2018

Conto alla rovescia

Sofia e alcuni suoi compagni hanno un loro gruppo Whatsapp chiamato 2a C.
Oggi si chiama "Meno 9 giorni alla 3a C"

(Nota: qui a 6 anni si va nella classe 0. Sofia sta frequentando il terzo anno di scuola).

domenica 3 giugno 2018

Due di coppe

Oggi era il giorno di Minimaran, competizione su fondo misto sterrato, asfalto e pista di 2310 metri. Il tutto con 31 gradi che qui sono un caldo estivo non sempre comune.

Sofia l'anno scorso era arrivata seconda, e aveva detto che quest'anno avrebbe voluto vincere. L'anno scorso era entrata per prima nello stadio, ma era stata superata all'ultima curva. Oggi si è presa la rivincita. Seconda prima dell'ultima curva ha piazzato l'allungo vincente ed è andata a prendersi la vittoria.

Eleonora ha fatto anche lei una bellissima prestazione ed è andata a prendersi quel sesto posto che vale l'ultima posizione sul podio e una coppa. Vista la gara di ieri e il fatto che la competizione era veramente agguerrita non so proprio dove abbia trovato le energie. Veramente sorprendente.

sabato 2 giugno 2018

È ancora sul veloce andante

Questo anno per Eleonora è stato l'anno della pallavolo. Una sola gara di orienteering. La corsa è stata un po' messa da parte, tranne nell'ultimo mese, nel quale siamo usciti insieme tutta la famiglia.

Eleonora si era comunque iscritta alla maratona junior, che avrebbe dovuto essere di 3700m ma che per errore del direttore di gara
è diventata di 2000m (!!)

Eleonora lì ha percorsi in 7'50". Quarta nella sua categoria. E per fortuna che dice che la corsa non è il suo sport...

giovedì 31 maggio 2018

Potere dell'unicorno

Oggi al lavoro c'era un'iniziativa per stimolare i dipendenti a suggerire idee su prodotti e servizi nuovi. L'idea vincitrice verrà completamente finanziata e prodotta, e la cosa varrà verosimilmente anche per un paio delle altre finaliste.
L'iniziativa è chiamata "Il prossimo unicorno".
A cerimonia finita c'erano un po' di gadget e la collega che ha organizzato l'evento mi ha chiesto se volessi portare a casa un unicorno palloncino. Detto e fatto.

Devo dire che passeggiare con un palloncino a
forma di unicorno è un'esperienza unica. Ti sorridono tutti, i bambini ti salutano e fanno suoni di ammirazione, e si è persino fermato uno a chiedermi se glielo potevo vendere.
Una volta arrivato a casa poi è stata festa grande.

È un'esperienza che consiglio! Porta gioia.

mercoledì 30 maggio 2018

È andata a scuola da sola

E dopo esser tornata da sola oggi, per la prima volta, Sofia è andata a scuola da sola.
Piccola pietra miliare.


...ma come facevano i genitori apprensivi di una volta quando non c'era il telefonino??? :-)

lunedì 28 maggio 2018

Obiettivo raggiunto

Quest'estate Sofia farà un corso di vela. L'iscrizione prevedeva il saper nuotare. Sofia si era quindi posta l'obiettivo di raggiungere il livello "Squalo", 200m senza soste, di cui 150 a stile libero e 50 a dorso.
Ieri ha finito il corso.
Prova superata egregiamente.
Adesso sa nuotare, e anche benino, e ha un buon fiato.

sabato 26 maggio 2018

Dallo schizzo alla torta

Oggi c'era l'ultimo allenamento di pallavolo prima delle vacanze. La tradizione vuole che ognuno porti qualcosa.
Eleonora e una sua amica hanno deciso di fare una torta in stile beach volley, e così l'hanno proprio disegnata pianificando disegno e sapori. Niente ricette di altri questa volta. Creazione originale!

martedì 22 maggio 2018

Un giorno a scuola con Sofia

Le lezioni del giorno 
Oggi sono stato a scuola con Sofia. Per tutto il giorno. L'orario prevedeva svedese (lettura), poi un progetto di realizzazione di un cartone animato (attività in collaborazione con una società esterna), quindi
Un fotogramma
 alla volta
arte e infine matematica, con tanto di compito in classe. Sofia poi aveva anche l'ora di italiano. Il tutto con intervalli e refezione.

È stata una esperienza molto interessante, educativa, che mi ha permesso di capire la complessità del lavoro che gli insegnanti devono gestire ogni giorno. Una ventina di otto-novenni hanno energia da vendere che va
canalizzata. Hanno modi di apprendere e di approcciarsi al lavoro di gruppo che possono
Il compito
 corretto insieme
essere diametralmente opposti. Aggiungi la complessità dovuta al fatto che per alcuni lo svedese non è la lingua dei genitori (anche se va dato merito ai bambini che la apprendono velocemente e con interesse), ed ecco che mentre torni a casa hai per gli insegnanti un insieme di gratitudine e ammirazione.

lunedì 21 maggio 2018

Ora ci aspettano.loro

Di solito sono i grandi ad andare veloce e a dover aspettare i bambini.
Succede ad esempio quando si va a fare i turisti.
Nel nostro caso è il contrario.
Un paio di volte a settimana andiamo a correre tutti e quattro insieme. Abbiamo due giri standard, uno da 4km e uno da 5km.
Eleonora e Sofia le vediamo alla partenza e all'arrivo, per il resto ne vediamo le schiene per qualche minuto.
Sono loro ad aspettarci all'arrivo.
Io capisco come si sente Wile E. Coyote con Beep Beep...

domenica 20 maggio 2018

Quando capisci veramente il testo di una canzone

Ci sono canzoni che hai cantato tante volte senza riflettere sul testo. Magari lo hai anche imparato a memoria, almeno il ritornello, ma in realtà non è mai diventato parte di te.
Poi succede qualcosa, e quel testo assume un altro senso, ti emoziona e diventa parte di te.
A me (e ad Anette) è successo con una canzone degli Abba. Mentre tutta la famiglia è sul divano accoccolata a guardare "Mamma mia" parte Slipping through my fingere... e tu guardi la tua figlia fra poco adolescente, che cresce a passi giganti, che cambia a vista d'occhio, e quella canzone di colpo ti parla come non ha mai fatto prima. E mentre le bimbe guardano il film e ridono non capiscono perché tu e tua moglie vi abbracciate e i vostri occhi sono un pochino lucidi.

Nota: Anche la versione che gli Abba cantano in spagnolo, Se me está escapando, è molto carina, e forse parla a un cuore latino in maniera ancora più diretta della versione originale in inglese.

venerdì 18 maggio 2018

L'amica e il fumetto

Questa sera Sofia ha una compagna di classe che rimarrà a dormire da noi.
Mentre cenavamo ho visto un fumetto disegnato da questa amica. È il piano di tutte le cose che vorrebbe fare, fra le quali ci sono il giocare in giardino (lo stanno facendo adesso), il giocare in casa, e il raccontarsi storie di fantasmi questa sera prima di dormire.

Mi sa che si sentiranno cigolii e risate spettrali...

mercoledì 16 maggio 2018

La prima volta

L'occasione è nata da un evento organizzato da Dagens Nyheter, il maggior quotidiano svedese. A settembre in Svezia ci saranno le elezioni, e DN ha organizzato il primo incontro fra il leader dei Moderati (attualmente all'opposizione) e il ministro dell'industria (socialdemocratico).
Clima politico ancora rilassato e clima meteo da 25 gradi. L'evento mischiava il dibattito, un deejay e un drink su una terrazza con vista splendida.
Difficile dire di no.
Il ministro e il leader dei Moderati
È così io e Anette abbiamo chiesto a Eleonora e Sofia se se la sentivano di andare a casa da scuola da sole e di cenare da sole (con tutto praticamente pronto).
Loro sono state entusiaste.
Noi pure. Dibattito, drink e pizza da Eataly.  Soli io e Anette, con le bimbe a casa da sole e autosufficienti.

lunedì 14 maggio 2018

Lei si diverte così

Eleonora all'idea. Entra in un armadio e chiude le ante. Quando sente che fuori c'è gente esce con aria naturale e dice: "A Narnia ancora tutto bene".

Certe facce sono da candid camera :-)

domenica 13 maggio 2018

Picnic

L'idea l'ha avuta Sofia: "Andiamo a fare un giro
in bici e un picnic?".
Detto fatto. Insalata con feta, club sandwich, fragole e caffè. Anette ha preparato tutto il cestino da manuale. Io ho preparato le bici. E via!
Il parco di Ursvik (a Sundbyberg) è stata la meta prescelta. Non ha il fascino di Hagaparken, ma ha molti posti anche per fare la grigliata.

sabato 12 maggio 2018

Finalmente il caldo

Finalmente è arrivato il caldo vero, quello oltre i 20 gradi con il sole, quello che fa sì che scatti il comportamento standard svedese:
- pantaloncini corti, maniche corte, tutti al sole a fare il pieno di vitamina D
- colazione, pranzo e cena all'aperto, meglio se in compagnia
- per chi ce l'ha, il barbeque
- per Eleonora e Sofia il giocare saltando intorno agli irrigatori mentre sono accesi
E una volta calata la temperatura si rimane comunque all'aperto. C'è luce. Basta a dare l'idea dell'estate che arriverà e cancella il buio dell'inverno.