mercoledì 17 gennaio 2018

Nuovi momenti di trascurabile felicità

Sei anni fa avevo fatto una prima piccola lista
http://congedoparentale.blogspot.se/2011/01/momenti-di-trascurabile-felicita.html


Con gli anni si sono aggiunti dei momenti. Ad esempio:


- Come stamattina, quando sono andato a scuola con Eleonora. Ha 12 anni, e giustamente spesso va e torna da sola, ma a volte ha voglia di condividere qualcosa. Io so che a circa 100m dalla scuola lei è divisa fra la voglia di accelerare per entrare da sola nel cortile e il continuare il racconto iniziato uscendo da casa. Tutta la camminata è un momento di felicità, ma ogni metro in più insieme di quegli ultimi 100 metri ha un sapore speciale.


- Andare o tornare da un allenamento o da una partita con Eleonora e/o Sofia


- Tutti e quattro sul divano a guardare diversi episodi in fila di una serie televisiva sgranocchiando grissini fatti da me (e scoprire che tutte apprezzano anche quelli che ho fatto all'aglio)


- Le bimbe che vengono a svegliarci dopo averci preparato la colazione


- Eleonora che ti racconta del libro che sta leggendo. È un fiume in piena, non si ferma, ti coinvolge, avvolge e stravolge allo stesso tempo. E mi ricorda me da bambino, quello che nonno Floro chiamava "el püleder dislegaa" (il puledro slegato)


- Sofia che mi legge un libro in Italiano


- Cucinare tutti insieme. Siamo praticamente una squadra, con Sofia agli antipasti, io ai primi, Anette ai secondi ed Eleonora ai dessert. Una cena che unisce prima ancora di sedersi a tavola.

4 commenti:

  1. Che vuoi; buon appetito!

    RispondiElimina
  2. Però "trascurabile" è sbagliato". tutt'altro che trascurabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È per parafrasare il libro di Francesco Piccolo

      Elimina
  3. Tu sei il padre che io vorrei per i figli che spero di avere un giorno!!! Dovresti tenere dei corsi agli "uomini" dai 25 ai 40 attuali...
    Lila

    RispondiElimina