venerdì 27 novembre 2015

Si è preso un po' di tempo

Mercoledì scorso Eleonora aveva deciso di chiedere al nuovo compagno di classe se volesse mettersi insieme con lei. Lui le aveva detto che ci avrebbe pensato su.
Ieri nulla.
Oggi, al momento di andare a casa, lui le ha preso delicatamente la mano e le ha chiesto di mettersi un pochino in disparte con lui, poi le ha detto che sì, voleva.
Quindi è andato a casa, sorridente.
E sorridente era anche Eleonora.

10 commenti:

  1. Che tenerezza!!!! La prima cottarella per Eleonora è arrivata?
    Da papà non sei un pochino "geloso"? Scherzo ovviamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Geloso? No anzi, è bello vederla contenta :-)

      Elimina
  2. E tu come la vivi?
    Crescono troppo in fretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ho detto di andarci al cinema. Pare invece vogliano farsi una maratona Harry Potter a casa.

      Elimina
    2. Perché troppo in fretta scusa? A me sembra una cosa tenerissima.
      Perché volete dei figli sempre bambini? Prima o poi crescono, e dev'essere così.
      Stefano e Anette hanno tantissimo da insegnarci anche su questo... Svezia e Italia, due pianeti distanti anni luce.

      Elimina
  3. Chissà come è contenta che tu l'abbia fatto sapere al mondo intero....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di scrivere chiedo sempre. Ed è contenta di condividere la propria gioia.

      Elimina
    2. :-) eleonora mi piace sempre di più!

      Elimina
  4. Comunque SUPERcomplimenti ad Eleonora... se penso a me alla sua età... chiedere io una cosa del genere sarebbe stato cosa da un altro pianeta... letteralmente... e sarei stata terrorizzata!
    Gli anni passano per qualcosa, meno male!!!! Falle i comlimenti da parte mia ;-)

    RispondiElimina
  5. Chissà se era più emozionata lei o tu a sentirtelo dire...
    Complimenti per il blog, ti leggo sempre con piacere.
    Mara.

    RispondiElimina