martedì 22 novembre 2016

Una cosa che invidio ad Anette

Eleonora e Sofia sono responsabili della propria cartella e delle proprie borse per le varie attività tipo pallavolo, orientamento, danza, eccetera.
Oggi Sofia aveva nuoto. La accompagnava Anette mentre io avrei poi portato Eleonora a pallavolo.
Pochi minuti prima della lezione di nuoto Anette mi ha chiamato dicendomi di portare un costume da bagno che nella borsa del nuoto non c'era.
La piscina è a pochi minuti da casa.

Visto che dell'essere responsabili delle proprie borse ne avevamo parlato proprio ieri, devo dire che se fossi stato io con Sofia verosimilmente mi sarei arrabbiato con lei, e magari anche preso una decisione avventata del tipo "nientepiscinaelalezionepersatelascalodallamanciaesabatonientedolcetti" ( detta tutta d'un fiato).

Anette invece è stata flemmatica.
Che Sofia si fosse conto del proprio sbaglio ha detto che era evidente. Era triste, cosciente che era colpa sua e dispiaciuta che per il contrattempo ha perso parte della lezione.
Nessun bisogno di calcare la mano.
La lezione l'ha imparata da sola e se la ricorderà.

Questa flemma è una cosa che le invidio, e che cerco di copiarle (anche se non sempre mi riesce...)

7 commenti:

  1. Non so se è per tutti così ma per quanto mi riguarda la parola "flemmatica" ha una connotazione negativa di svogliatezza ed insensibilità. Anette è invece stata calma ed empatica, ha sentito e compreso il dispiacere di Sofia nonostante il suo disappunto. Avrei utilizzato un'altra parola per definire questa bella qualità di tua moglie, ma questo è un mio personale sentire

    RispondiElimina
  2. Io vi stimo molto come genitori. Tu in particolare, perché sei cresciuto in Italia dove il metodo di educazione è ben diverso (e peggiore, che il senso di colpa non aiuta nessuno) ma sei riuscito a cambiare le tue abitudini verso una genitorialità più positiva.
    Mi farebbe piacere sapere se avete letto dei libri a proposito da consigliarmi. Per quanto io sia lontana da certi atteggiamenti come l'aggressività e la lamentatio italiane, mi rendo conto che certe volte tendo a ripetere le dinamiche che ho sempre visto attorno a me. È un errore che coi nostri figli io e il mio fidanzato non vorremmo fare!
    Lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho letti alcuni, l'unico di cui mi ricordo il titolo è "se mi ami dimmi di no". Diciamo che è un discorso continuo con Anette. Cresciamo insieme anche come genitori.

      Elimina
  3. "Si fosse conto"? ;)

    RispondiElimina
  4. la Svezia a Milano :-) http://ilmilaneseimbruttito.com/2016/11/23/qualcuno-ha-detto-svezia-arriva-amilano-il-primo-mercatino-svedese-di-natale/

    RispondiElimina