martedì 11 giugno 2013

Come nata per quel ruolo

Questa sera c'era lo spettacolo di fine anno scolastico della classe di Eleonora insieme a una classe del quinto anno. Il tema dello spettacolo erano alcuni libri di Astrid Lindgren, fra cui Pippi Calzelunghe. Non c'è che dire, Eleonora è come nata per quel ruolo: allegra (che poi è il suo secondo nome), spericolata, generosa, furbetta, sensibile, ribelle al punto giusto e con un cuore grande.

E dopo lo spettacolo tutti nel cortile della scuola a fare un pic-nic, che è veramente un bel modo per stare tutti insieme.

15 commenti:

  1. Non ho altro da dire ma solo... STUPENDA!!!!!

    RispondiElimina
  2. Pippi Calzelunghe è sempre stato uno dei miei libri preferiti, non veol ora di leggelo con le mie ragazze, e lei, on cè che ire, è proprio perfetta!
    Bellissimo pure ilcostume!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Aglaia, hai fatto qualche errore nello scrivere,ma il senso si è capito.. Anche per me é stato il mio libro preferito di quando ero bambina. L'ho letto per 10 volte nel 1970. E ora lo stanno leggendo i miei figli di 9-10 anni. Raffaella

      Elimina
  3. Grande Pippi! Osservando la foto non saprei immaginare una Pippi piú azzeccata di questa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica cosa che non va in questa Pippi sarebbero i suoi capelli,perché Pippi non ha i capelli biondi,ma li ha rossi. A parte questo particolare ottimi il costume e tutto. Ramona

      Elimina
  4. Ci deve essere caldo in Svezia sono tutti smanicati! Effettivamente anche qui in Italia fa caldo ci sono 30 gradi al sole,all'ombra ce ne saranno sui 25. Bella PIPPI!!!!

    RispondiElimina
  5. angela e giorgia12 giugno 2013 13:53

    che belle bimbe hai, ed Eleonora è una perfetta Pippi (serie tv e libro che Giorgia adora!!)
    grazie ancora per le info sulla colonna sonora del real wedding :)

    RispondiElimina
  6. Salve Stefano. Mia figlia che é in quarta elementare deve fare una ricerca sulla Svezia. Così ha pensato di cercarlo su wikipedia,e c'é scritto che dal primo luglio 2009 in Svezia la lingua ufficiale é lo svedese. Mi sai dire, che lingua si parlava prima? Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di una questione di definizioni. Prima veniva chiamata "lingua principale" lo svedese, poi è stata denominata "ufficiale" per uniformarsi a una definizione dell'Unione Europea.
      Il 90% della popolazione parla svedese, poi ci sono cinque lingue minoritarie: finlandese, meänkieli (finlandese del Tornedalen), Sami, Romani e Yddish. Un po' come in Italia, con il tedesco in Alto Adige/Südtirol, il francese in Valle d'Aosta, il friulano, e le lingue minoritarie come il ladino, il catalano e il walser.

      Elimina
  7. Sofia è veramente una fashion victim: maglietta brillantinosa milanese e cestino di cupcake.
    Un saluto da me che ti leggo silenziosamente ogni giorno (e mi fai venire una gran voglia di fare un giretto in Svezia...)
    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cupcake fatti da Eleonora e Sofia (sia i muffin che le decorazioni) con veramente pochissimo aiuto.

      Elimina
    2. Se seguissero le orme del padre, potrebbero diventare food blogger, allora!!!!!

      ;-)
      V.

      Elimina
  8. Ho letto su internet,che in Svezia penserebbero di cambiare la lingua svedese con quella inglese,e la stessa cosa con gli altri paesi scandinavi,perché la parlano in pochi ( che secondo me non é così). Ne sai qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era solo l'idea di un professore di economia dell'università di Luleå, Marian Radetzki, che fra l'altro è nato in Polonia. Ha ricevuto molte più critiche che consensi.

      Elimina
  9. Grazie Stefano per aver citato la lingua walser! siamo in pochi a parlarla, ma facciamo di tutto perchè non muoia.
    Paola

    RispondiElimina