giovedì 27 novembre 2014

Telefonino a una novenne

Ieri Eleonora, previa comunicazione alla maestra, ha raggiunto da sola dopo la scuola me e Sofia in biblioteca. L'ho chiamata subito dopo la visita dalla pediatra chiedendole se volesse che passassimo a prenderla o se voleva raggiungerci da sola e lei ha scelto la seconda.
Questa mattina Eleonora è andata a scuola da sola mentre Anette si occupava di Sofia e io ero in aeroporto. Appena arrivata ha mandato un sms di conferma a mamma Anette che me lo ha girato.

Sia io che Anette siamo stati molto ma molto indecisi prima di regalarle il telefonino per i nove anni.
Adesso però dobbiamo ammettere che c'è una componente di maggior tranquillità.
Non è assolutamente essenziale.
È sicuramente superfluo.
Ma è anche un gran comodo. (Forse più per noi che per lei?)

8 commenti:

  1. Piu' per voi direi! Complimenti per il blog, ti leggo ormai da due anni e ogni volta i tuoi post mi scaldano il cuore. Un bacione a tutta la famiglia!
    Letizia

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefano, leggo sempre il tuo blog e trovo che hai una famiglia meravigliosa. Io non ho figli quindi perdonami l'intrusione. Hai ragione sul fatto che sicuramente ora starete più tranquilli dato che Eleonora ha il telefonino, ma se glielo lasciaste solo in caso di spostamenti e/o se è in giro da sola? Sarebbe una soluzione più che giusta. Avrà tutto il tempo per rendersi indipendente da quel punto di vista.... poi appena avrà l'età sicuramente si butterà nel mondo dei social :)
    Buona giornata e scusa ancora :)
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Ci sembrerebbe di darle fiducia a metà o solo quando serve a noi. È suo. Impara a gestirselo, e questo la fa sentire (e diventare) grande.

      Elimina
  3. Io dico inutile. E' la solitudine il pericolo, non lei. Se un malintenzionato si avvicina a che serve attendere l'sms, nel frattempo che fate?
    meglio organizzare un gruppo di bambini che vanno a scuola a piedi insieme e si guardano a vicenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In parte concordo, ma non lo trovo inutile. È uno strumento, che può essere usato insieme ad esempio al gruppo che nomini, ad esempio per informarlo che oggi stai a casa, entri dopo, ...

      Elimina
  4. Stefano, come hai ben detto tu, imparerà a gestirlo e comunque tanta parte la farà il vostro esempio e mi pare che qui puoi stare più che sereno ;-)

    E' vero che in ogni angolo si vedono ragazzini intenti a chattare con sti cellulari, ma poi guardi i loro genitori e stanno facendo altrettanto, e allora di cosa stiamo qui a discutere?

    Il cellulare è una grande invenzione, non si può demonizzarlo, la differenza sta nel modo in cui viene usato e mi fa sorridere chi dice "ah ma noi siamo sopravvissuti anche senza", sì certo, ma erano altri tempi, il mondo era diverso, non è necessario il cellulare certo, ma è sicuramente molto comodo.

    RispondiElimina
  5. Mi astengo dal commentare, mi sto accorgendo infatti che con i figli non si hanno mai tutte le risposte, quindi meglio aspettare quando tocchera' a noi e vedremo. Solo un paio di mesi fa scrivevo infatti che Lordagsgodis non sarebbe entrato dalla nostra porta. Ora, dopo mesi di tantrums e di richieste di "coccolato" a tutti i pasti ci siamo arresi e siamo tutti contenti!

    RispondiElimina