lunedì 9 marzo 2015

Viva la tecnologia

Non so come fosse abitare a 2000km da casa quando c'era solo il telefono, la posta ci metteva settimane ad arrivare e le notizie altrettanto.
Certo è che con internet, tramite la posta elettronica, Skype, il web, le distanze a volte sembrano ridotte (anche se a volte poi invece si sentono, eccome).
L'ultima in ordine di tempo è l'entrata di Whatsapp: Messaggi, foto, piccoli messaggi vocali, questa mattina mi è arrivato un commento da nonna Marghe a una trasmissione che stavo ascoltando in diretta streaming dopo aver lasciato Sofia all'asilo (Prima Pagina, su Radio 3).

Per le bimbe durante la settimana bianca era una cosa naturale dire "Dai, mandiamo questa foto ai nonni". E poi succede anche come un paio di giorni fa, quando hanno visto la foto del Duomo che hanno mandato i nonni, che entrambe mi hanno chiesto quando andiamo a Milano.

2 commenti:

  1. SupermammaIrene10 marzo 2015 07:36

    Come ti capisco. Mia sorella vive in Australia e se non ci fossero whatsapp e viber staremmo malissimo. Invece cosi è come essere sempre vicine perche possiamo condividere la quotidianità.

    RispondiElimina
  2. Verissimo! Lo penso anch'io .. e magari risulta quasi brutto non poter dire di avere quella nostalgia di casa come invece sarebbe stato in passato se non ci fosse stata tutta questa tecnologia. Le videochiamate però non le reggo .. XD con quelle si che mi manca proprio tanto non poter abbracciare le persone care.. viva le foto, gli audio..ma i video no, crollo! :P

    RispondiElimina