domenica 30 dicembre 2012

La nuova Europa cresce

Cena da noi con i vicini: lui è olandese, lei francese. I loro tre figli parlano con i genitori le rispettive lingue. Sofia ed Eleonora parlano italiano con me e svedese con Anette, lingua comune della serata lo svedese. Dopo cena i bambini hanno deciso di vedere un cartone. L'unico che piaceva a tutti e cinque lo hanno guardato due volte di fila, la prima in italiano con i sottotitoli in francese e la seconda in francese con i sottotitoli in italiano...

6 commenti:

  1. All'appello direi che mancano inglese e tedesco...
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io che a volte le insegno il milanese...

      Elimina
  2. Se interviene il sistema della “giustizia familiare” italiana siete spacciati

    Considerazioni
    Il sistema della giustizia familiare italiana formato da servizi sociali (ss) e tribunali (specialmente quello per i minorenni), ma anche da certe organizzazioni private (consultori e centri per la famiglia) e professionisti privati, in casi come questi vi porterebbero via i figli in quanto state dando loro un'educazione destabilizzante. In Italia vige il “mono”: affido monogenitoriale di fatto o anche per sentenza, una sola casa di riferimento, un unico stile educativo ed una visione della vita solo materna. Per vostra fortuna abitate in Svezia, a noi italiani rimangono le distanze abissali dal resto dell'Europa progredita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia impressione (basata su quello che leggo e sui casi che conosco) è che qui la tendenza sia quella di prediligere la pluralità: integrazione piuttosto che assimilazione, sistema che supporta altre lingue e culture (ad esempio le ore di italiano a scuola di Eleonora).
      Nel caso delle separazioni i bambini sono quasi sempre affidati 50%-50% a entrambi i genitori (fanno una settimana da uno e una dall'altro). La filosofia è che il bambino ha diritto a entrambi i genitori, ed è proprio il diritto del bambino che viene specificato, non quello dei genitori.

      Elimina
  3. non so chi sia Luca ma l'Italia ha una legge specifica per le separazioni che obbliga all'affido condiviso; in italia sicuramente ci sono delle cose che non funzionano però ce ne sono altre che funzionano bene. pat tri mamma italiana

    RispondiElimina
  4. Che grande fortuna hanno questi bambini! Leggendo di tutto questo "mischiume" di lingue, quasi quasi mi sono commossa. :)

    RispondiElimina