sabato 29 dicembre 2012

Nel mezzo della notte

Di solito ho il sonno abbastanza pesante. È una delle cose che imparai durante il servizio militare: dormire ovunque e in qualsiasi condizione. L'unica eccezione è quando sono a casa da solo con le bimbe, divento più sensibile a eventuali voci e suoni notturni (eccezione che non vale quando c'è anche Anette, in quel caso si sveglia sempre prima lei mentre io praticamente non mi accorgo di nulla).

Ieri sera però Anette è andata a dormire nella camera degli ospiti in soffitta visto che Sofia da un po' ha rispreso a venire nel nostro letto nel mezzo della notte, cosa che io noto a malapena, ma che rovina il riposo di Anette (anche perché Sofia poi si mette sovente su di lei impedendole proprio di dormire). Essendo così "da solo" ho quindi percepito dei movimenti dalla camera delle bimbe. Ero convinto fosse Sofia, ma poi ho realizzato che era Eleonora che andava in bagno. Una volta uscita però non è tornata direttamente a dormire ma, nel dormiveglia, ho percepito che è entrata nella nella camera dove dormivo io. E così, in un dormiveglia che era molto dormi e pochissimo veglia l'ho sentita avvicinarsi, darmi un bacio, e dirmi "ti voglio bene papà" prima di tornarsene nella sua stanza.

3 commenti:

  1. Che dolce! Anche mia figlia si appiccica a me mentre dorme tipo cozza, ma arrivo a sera talmente stanca che a momenti nemmeno me ne accorgo.

    RispondiElimina