giovedì 17 novembre 2011

Tale padre tali figlie

Ora di cena.
Eleonora ha preso la brocca ed ha iniziato a bere a canna.
Anette le ha detto che non si fa.
Eleonora mi ha indicato e ha detto "ma papà lo fa..."
Anette mi ha contemporaneamente sorriso ed incenerito con lo sguardo e mi ha passato la palla affinché io facessi autodafè.
Ho così spiegato ad Eleonora che capita che i papà facciano cose sbagliate, ho promesso di non farlo più, e, dopo uno scambio di occhiate con Anette, le ho detto di finir pure di bere (a canna, visto che il tutto si è svolto mentre aveva ancora la brocca vicino alle labbra), ma che fosse l'ultima volta.
E così Eleonora ha finito di bere, ha poggiato la brocca, e dopo che l'ha poggiata...ecco che Sofia è andata a prenderla ed ha iniziato lei a bere a canna...
Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa!

9 commenti:

  1. Dura la vita del genitore esemplare...
    Hai la mia massima comprensione (come per le bugie, leccare il coltello, bere - appunto - a canna, lasciare le proprie cose in disordine...)
    Roberta

    RispondiElimina
  2. ahahha..e Anette che ha fatto quando ha visto Sofia imitare la sorella maggiore??


    Seya

    RispondiElimina
  3. Volevo chiederlo anch'io: che ha fatto Anette? E tu, sei sopravvissuto? Dacci un segno...

    RispondiElimina
  4. Anette ha riso di gusto, e mi ha ricordato che i bambini non fanno quello che gli diciamo, fanno quello che facciamo.
    Mi sa che se bevo ancora a canna mi chiude fuori casa...e adesso siamo quasi sotto zero!

    RispondiElimina
  5. Bellissimo, eh i bimbi assorbono tutto, soprattutto le cose che noi non vorremmo! Anche la mia fa così e per di più se faccio l'errore di chiedere me lo dice in faccia: http://biforcando.blogspot.com/2011/11/domande-da-non-fare.html

    RispondiElimina
  6. Ti ho trovato per caso (se ricordo bene attraverso Elastigirl), è piacevole leggere un babbo alle prese con 2 bimbe dell'età dei miei...
    saluti da firenze (e che qui secondo me si gela!)

    RispondiElimina
  7. un mio allenatore diceva: voi non dovete fare quello che faccio io ma quello che vi dico di fare.
    inutile dire che già funzionava poco con i coach, figuriamoci coi genitori!!! mio padre beve a canna di nascosto e, nonstante io e mio fratello siamo più che grandicelli se ci coglie sul fatto ci sgrida ancora :D

    RispondiElimina
  8. Paola Di Giulio18 novembre 2011 14:35

    Mia madre ci fregava tutti spiegando per filo e per segno il perchè etico/estetico di una regola di comportamento: rispetto, sensibilità, considerazione dell'altro, ecc. A tavola si dovrebbe creare armonia, tra i commensali e con il cibo: rispetto che si esprime anche a gesti. Tanto è vero che bere a canna al campeggio era persino consigliato, ma lì, ricordo, c'era un altro problema: mio padre appena qualcuno portava la bottiglia alla bocca iniziava a fare 'pepeeee, pepeee' tipo trombetta, e ti assicuro che bere e ridere è un problema!

    RispondiElimina
  9. ahahahaahha Stefano ma è veramente pazzesco come succedano le stesse identiche cose anche a casa nostra!!! Solo che quella che beveva a canna ero io e non mio marito!!! :-)))
    Erika BG

    RispondiElimina