venerdì 29 ottobre 2010

Fritto misto...ed una nota sui colori allo yogurt

Grazie alla vivacità ed alla socievolezza di Sofia ho potuto farmi un'idea di chi sono i papà in congedo parentale qui a Stoccolma, cosa ci accomuna a cosa ci distingue. Sì perché Sofia appena vede un altro bambino o un'altra bambina parte e va. A volte sono carezze, a volte schiaffazzi, ma in ogni caso nel seguirla si riesce ad attaccare bottone con l'altro genitore e a conoscerlo un po'.
Dunque...età: tutta la scala dai 27 ai 43 anni; chi al primo bambino chi al quarto, dallo sposato al convivente (c'è anche una coppia di ragazzi italiani che hanno una splendida bimba con una coppia di ragazze dell'est e la bimba fa una settimana dagli uni ed una dalle altre, il tutto "legalmente"); a giudicare dagli orologi che vanno dal plasticone al breitling e all'hublot copriamo anche i vari livelli economici; nazionalità: oltre agli svedesi ho incontrato inglesi, canadesi, tedeschi, polacchi, greci e serbi (quindi una piccola ONU); il look va dal fighetto al palestrato al supertatuato che su un braccio tante lapidi quanti sono quelli che ha massacrato giocando a hockey e su quell'altro ha nomi e date di nascita delle sue due bimbe. Anche il livello d'istruzione varia fra quello che non ha finito il liceo al docente universitario plurilaureato...insomma un fritto misto con il quale però c'è complicità: ci unisce il fatto di essere uomini ed avere la fortuna di vivere in una società che ci stimola e sostiene ad essere padri.

PS Nota sui colori allo yogurt. Si fanno semplicemente mischiando allo yogurt dei coloranti per alimenti come questi http://stores.ebay.it/Arcobaleno-Party/INGREDIENTI-E-COLORANTI-/_i.html?_fsub=393965012&_sid=647229932&_trksid=p4634.c0.m322  DS

6 commenti:

  1. come sempre c'è grande eterogeneità da quelle parti e a me, personalmente, il fritto misto piace da morire...

    p.s. ho parlato del tuo blog in un mio post e paperblog , a cui sono linkata, ci ha messo in prima pagina (anche se con qualche refuso, che sull'originale ho corretto e su paperblog purtoppo è rimasto)... sorridi sei in prima pagina!

    RispondiElimina
  2. scusa ma quella della "bimba a metà" me la devi spiegare meglio...ma come vive 'sta bambina?
    @ valepi: volevo scrivertelo che è grazie a te che conosco questo blog ma poi mi è sfuggito. Lo faccio adesso :-)

    RispondiElimina
  3. ma che bella situazione che si è creata...
    da invidia...

    RispondiElimina
  4. @mammanonbasta la bambina passa una settimana con il papà ed il suo compagno ed una settimana con la mamma e la sua compagna (che abitano vicinissimi), come se fosse figlia di una coppia divorziata (qui è molto comune che i figli di genitori divorziati passino una settimana con l'uno ed una con l'altra)

    RispondiElimina
  5. Però....sembra quasi "fantascienza". In questo la Svezia è proprio anni-luce più avanti di noi :-)
    Grazie per la spiegazione
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. emh... leggendo dal più vecchio al più recente noto ora che la mia intuizione è anche la risposta alla domanda che avevo fatto.

    RispondiElimina