venerdì 22 ottobre 2010

Un venerdì - Due figlie

Ho prenotato un fine settimana lungo a Milano solo io e le bimbe senza mamma Anette per i primi di dicembre. L'ho fatto quando ho realizzato che è dal giorno del parto che Anette non dorme per 3-4 notti di fila senza essere svegliata almeno un paio di volte per notte... solo adesso sto realizzando a che cosa ho scelto di andare incontro! Io e le bimbe, soli (ok, parzialmente con i nonni), per sei giorni...urge allenamento!

Oggi quindi giornata con Eleonora e Sofia.
Mattina all'asilo aperto (ma a Milano dove potrò portarle?). Una delle responsabili stava facendo fare ai bambini i dolcetti alla cannella, in men che non si dica Eleonora si è aggregata. Una volta infornati i dolcetti è venuta a cercare me e Sofia, e dopo pochi minuti mi sono ritrovato come Gulliver ricoperto non solo dalle mie bimbe, ma anche da altri bambini che Eleonora ha incitato all'urlo di "attacchiamo il mio papà!". Sono riuscito a liberarmi solo grazie alla prima sfornata di dolcetti alla cannella.

Il pomeriggio lo abbiamo passato a casa a giocare tutti e tre insieme. Mi piace vedere che Sofia ed Eleonora si divertono proprio insieme nonostante i quattro anni che le separano. Sofia si è divertita ancora di più a vedere Eleonora tirarmi addosso le prime palle di neve della stagione mentre siamo andati a buttare carta e vetro da riciclare. Fra le gite organizzate dall'asilo di Eleonora quella alle campane per il riciclaggio e le gite relative al tema "perdersi" sono state quelle che più l'hanno influenzata. Adesso in casa dirige lei le operazioni di smistamento dei rifiuti.

Considerato che siamo riusciti a far trovare la cena pronta e fumante in tavola all'arrivo della mamma dal lavoro sono più speranzoso sul mio sopravvivere ai sei giorni solo con le bimbe a Milano :-)


Nota: le gite con tema "perdersi" sono state una nel bosco ed una al centro commerciale ed ai bambini è stato insegnato come comportarsi se si dovessero perdere.

7 commenti:

  1. non se sia pià fortunata mamma Anette, papà Fefo o le bimbe... forse forse...

    :)

    RispondiElimina
  2. allora.... ti ho sentito dalla Lipperini a radiotre l'altro giorno e già lì....
    Poi mi sono letta tutti i post da "si parte" a questo e...
    adesso sbotto...va bene, la svezia, va bene, due bimbe splendide, va bene, una moglie Annette fantastica...
    ora però posta qualcosa di un pò meno idilliaco altrimenti ci ospiti tutti mentre facciamo le carte per chiedere asilo alla regina (o re???)
    per finire faccio una profezia...
    questo blog diventerà un best seller
    un abbraccio alla bella famigliola
    nonnasabi

    RispondiElimina
  3. Non mi sembrava così idilliaca la neve al 22 ottobre :-)

    RispondiElimina
  4. ma quanto amore sai dare anche a noi solo con le parole?
    che splendido squarcio di vita...
    grazie...

    RispondiElimina
  5. Wow... devo ringraziare Valepi. Bellissimo blog. Che bel post. Mi aggrego a lei quando dice che non sa chi sia più fortunato nella tua bellissima famiglia. Io credo che tutto questo amore lo dimostri: siete una bellissima famiglia fortunata!

    RispondiElimina
  6. Valepi ha incuriosito anche me.... è veramente inusueto vedere un blog di un papà-blogger...e forse per questo ancora più bello

    RispondiElimina
  7. sei incredibile! un esempio per tutti! grazieeee

    RispondiElimina