venerdì 9 settembre 2016

L'indipendente

Il doposcuola di Eleonora oggi pomeriggio era chiuso. Avevamo quindi deciso che sarebbe venuta da me in ufficio, anche perché il venerdì pomeriggio c'è la tradizionale "fika" (pausa caffè tutti insieme, da noi con dolcetti alla cannella, al cardamomo e alla crema).
Questa sera però aveva una festa di compleanno, e non aveva ancora comprato il regalo. È quindi passata velocemente da me in ufficio, mangiato il dolcetto (cannella ripieno di crema), preso i soldi, andata al centro commerciale a prendere il regalo, è poi ripassata in ufficio  (ma il resto non me l'ha dato...), e quindi ha deciso di andare a casa a fare delle palline al cioccolato e cocco da regalare alla sua amica. È una cosa che fa da un paio di feste a questa parte: oltre al regalo comprato porta anche u  piccolo regalino extra, dei dolcetti fatti da lei, come tocco personale. L'ultima volta per una compagna intollerante al glutine ha fatto dei biscotti con le nocciole tritate finissime (al posto della farina) ricoperti in parte di cioccolato che erano squisiti.
Quando sono arrivato a casa era tutto pronto,  impacchettato alla perfezione, la cucina era (quasi) immacolata e lei era pronta per andare alla festa.
Oramai è indipendente.

4 commenti:

  1. Autonomia piu che indipendenza.

    RispondiElimina
  2. Autonoma, indipendente e un po' disonesta... scherzo ;-P

    Siete bravi e state facendo un ottimo lavoro con le vostre figlie.

    RispondiElimina
  3. Ma il vostro segrete, resta sempre un segreto!
    Baci, M.

    RispondiElimina