giovedì 23 maggio 2013

Procedure che funzionano e non

Visti un po' di impegni sovrapposti e la nonna convalescente oggi abbiamo chiesto alla mamma di uno dei compagni di classe di Sofia se poteva prenderla lei dopo l'asilo, cosa che ha già fatto diverse volte. Questa mattina quindi Anette ha detto alle maestre con chi sarebbe andata a casa Sofia. La cosa di solito viene scritta in modo che il maestro o la maestra che fa il pomeriggio abbia l'informazione.

Alle tre e mezza di oggi pomeriggio è suonato il mio cellulare con la classica scritta che spaventa: "Asilo Sofia". Ho risposto ed era il maestro che voleva chiedermi la conferma che Sofia dovesse andare a casa con la mamma del suo migliore amico.

Evidentemente la procedura di lasciare un messaggio scritto non ha funzionato. Ha però funzionato quella che prevede di chiamare i genitori se non sono loro che si presentano a prendere il bambino e non ci sono istruzioni che dicono altrimenti. La cosa mi ha fatto molto piacere.

7 commenti:

  1. Mi sembra un'ottima cosa.
    Forse sai che in Italia le scuole chiedono ad inizio anno di registrare e documentare (con copia di documento di riconoscimento)i nominativi delle persone che oltre ai genitori sono autorizzate in modo occasionale o permanente a prendere i bambini da scuola anche fuori orario e/o in loro assenza ad intervenire in caso di bisogno.

    Questi vengono registrati in segreteria, che mantiene copia dei documenti (sempre aggiornati) dei delegati con l'autorizzazione scritta e firmata concessa dai genitori o da chi ne ha la potestà.

    A necessità persone diverse da quelle registrate sono ammesse solo previo avviso anticipato agli insegnati da parte del genitore, il quale lo rilascia anche verbalmente, ma in presenza fisica del delegato, questo per dar modo agli insegnati di accertare la persona delegata.

    Sonia



    RispondiElimina
  2. con i miei figli succede più o meno uguale solo che i miei pargoli prendono lo scuola bus e se non lo prendono devo scrivere sul libretto scuolafamiglia che non lo prendono ma sistematicamente per conferma chiamano. devo mettere nomi di chi viene a posto mio come ha detto sonia all'inzio dell'anno e mandare in segreteria...
    però la correttezza della scuola che chiama oggi giorno è una cosa che fa piacere
    ciao veronica

    RispondiElimina
  3. credo avere questo tipo di sicurezza quando si tratta di bambini non è affatto una cosa scontata, e si, fa piacere

    RispondiElimina
  4. Ottima cosa,che purtroppo in Italia non c'é,ma come mai bisogna chiedere alle maestre con chi si deve andare a casa? Questa mattina c'erano 3 gradi a Parma e la massima 13,con pioggia e vento molto forte,che mi si é persino piegato l'ombrello all'insù. Sul computer ho controllato la temperatura che c'era ad Oslo e lá é min.10 e la max. 20. Nei pressi di Stoccolma non ho controllato.. Come c'é?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se usi www.yr.no hai le previsioni in tutto il mondo ;)
      (oggi qui 16 gradi e un po' coperto)

      PS Se leggi il commento di Sonia quì sopra vedi che anche in Italia c'è, quindi magari è solo qualche asilo che non segue le regole

      Elimina
    2. Grazie mille!

      Elimina
  5. A Noceto invece c'erano 15 gradi,con il sole e un pò di vento, ma freddo. Di solito gli svedesi si mettono in maniche corte e braghe corte quando é estate e non importa la temperatura che c'é,se c'é bello o se c'é brutto. Invece,io oggi ho fatto un passeggiata e avevo una maglia leggera di cotone,un maglione che mi metto in inverno e l'impermeabile. Fuori vedevo delle persone che erano in braghe corte e maniche corte. Fefo,secondo te sono troppo vestita? Ilaria

    RispondiElimina