mercoledì 5 febbraio 2014

Generazione digitale

All'inizio ci fu la "lettera della settimana", una paginetta dattiloscritta consegnata dalla maestra ai bambini, da portare a casa e leggere insieme ad alta voce. Poi la lettera diventò un allegato ad un messaggio di posta elettronica. Da meno di tre mesi c'è "Infomentor", la piattaforma elettronica dove c'è tutto, dai compiti al registro elettronico al piano personale di sviluppo. È tutto lì, in rete, in digitale.

Sarà che ha il suo tablet, che sa usare Skype, che sa cercare le cose in internet, che per lei è naturale navigare sulle pagine web di alcuni dei suoi programmi televisivi preferiti, che anche tutto quanto riguarda ad esempio il suo calcio è online (squadra, allenamenti, partite, tutto su laget.se), ma Eleonora si è già abituata alla versione digitale della lettera della settimana. Così adesso quando al mercoledì sera prepara la cartella con i compiti e le chiedo se li ha fatti tutti riesce a uscirsene con risposte del tipo "Certo, vuoi vedere su Infomentor?".

E forse proprio come contrasto a questo suo muoversi così naturalmente nel mondo elettronico, mi fa veramente piacere quando spento il computer si avvia verso la libreria, prende un libro di carta e mi chiede se va bene se legge un po' prima di addormentarsi.


7 commenti:

  1. Io rimango comunque sulla strada de: carta e penna! :))

    RispondiElimina
  2. Oh, ma c'è una tua foto con la squadra su laget.se?

    RispondiElimina
  3. Ciao Fefo,
    sono una mamma milanese di una bimba di 2 anni e mezzo. Ho incontrato per caso il tuo blog 3 anni fa quando cercavo notizie sul congedo parentale in Italia per i papà e da allora non ho più smesso di leggerlo. La mattina prima di lavorare è un piacere leggere di voi e soprattutto delle tue bambine. Stiamo pensando anche noi di trasferirci, ma in Inghilterra, la Svezia dev'essere bella, ma non so se ce la farei :-)
    Quello che mi ha colpito di questo post è che Eleonora abbia il tablet. Lo trovo "pazzesco" forse perché ai miei tempi era una cosa inaudita e forse perché temo di doverlo comprare anche io a mia figlia tra qualche anno, anche se adesso come adesso sono contrarissima. Per ora noi siamo ferme al Kindle, ma rimaniamo sempre e comunque amanti dei libri cartacei.

    Buona giornata

    Marilisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono diverse app che sono molto interessanti ed educative, anche in forma di gioco. Anche Sofia usa il tablet (quello di Eleonora, ma ha un paio di app anche sul mio) e ci sono app adatte a bambini di 3-4 anni.
      Inoltre in macchina i viaggi lunghi non sono più un problema :-)

      Elimina
  4. Una domanda, visto che stiamo crescendo tutti una generazione digitale. Ma Eleonora gestisce in autonomia il suo tempo col tablet, oppure ha un tempo controllato, tipo più di un tott non lo può usare?
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un "tempo di schermo" totale per tablet+tv+pc

      Elimina