martedì 30 luglio 2013

Un paradosso?

Prendi tre coppie di genitori che sono per qualche giorno in vacanza senza i figli, metti una passeggiata di cinque ore intorno a Sasso Lungo e Sasso Piatto partendo da Passo Sella, metti delle belle serate a cena e dei dopocena con i fantastici vini dell'Alto Adige; è inevitabile che si parli dei figli. E così ti confronti in una maniera più profonda rispetto a quando il tempo è poco, scambi esperienze (positive e meno) e consigli, racconti e ascolti aneddoti, riscopri (perché già lo sapevi) che i bambini sono molto simili e i dubbi genitoriali pure. Questo scambio è una cosa che andrebbe fatta regolarmente. Qualche giorno da soli con altri genitori, e ti sembra che si tornerà come genitori un pochino "migliorati".

6 commenti:

  1. Eh, ah, mmhhhh, mi sa che dipende dai genitori! ;)
    Buona vacanza!

    RispondiElimina
  2. Regolarmente é una parola grossa nella mia famiglia! Sussanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusatemi,ho messo troppe "s".

      Elimina
  3. Mia madre mi dice sempre che i bambini sono come i pavesini: tra loro si assomigliano!

    RispondiElimina
  4. Il confronto con altri genitori fa anche da conforto :)
    Roberta

    RispondiElimina
  5. Noi stiamo facendo questo tipo di terapia con futuri genitori alla prima esperienza ed è veramente liberatorio e confortante condividere dubbi, timori, informazioni etc, etc

    RispondiElimina