martedì 15 aprile 2014

Prendersela con calma

Eleonora è per qualche giorno da nonna Eivor e nonno Bosse. Questa settimana non ha lezione (vacanze di Pasqua) e ha preferito andare da loro piuttosto che al "doposcuola" (che quando ci sono le vacanze dura tutto la giornata).

Questa mattina quindi io e Sofia abbiamo deciso di sfruttare i vantaggi dell'avere il lavoro e l'asilo molto vicini, e entrambi l'orario flessibile (la raccomandazione per lei è di lasciarla entro le nove e un quarto). Alle otto meno un quarto in realtà avevamo già fatto colazione, salutato mamma Anette che andava al lavoro e stavamo per iniziare la gara a chi si veste prima. Le è venuta però voglia di leggere insieme. Così ci siamo messi accoccolati sul divano con un libretto della Pimpa e uno di Peppa Pig, e solo una volta lette le storie abbiamo finito di prepararci e siamo usciti.

Sono entrato in ufficio una mezz'oretta dopo rispetto al mio solito orario, caricato da una serenità che mi ha reso extra efficiente per tutta la mattina. Il mio collega olandese durante la videoconferenza mi ha detto che sembravo talmente raggiante da costringerlo a cambiare la luminosità della telecamera.

15 commenti:

  1. Tutta un'altra dimensione !!!
    la possibilità di prendersela con calma ha il potere di mettere le cose al loro posto e poter apprezzare le piccole cose della vita... ;)

    RispondiElimina
  2. stamattina invece io mi sono arrabbiata perchè ho detto al mio seienne di andare a lavarsi i denti e invece lui è andato in soggiorno a giocherellare.
    Ho aspettato 2 minuti quando ho capito che aveva completamente dimenticato quello che gli avevo detto l' ho sgridato.
    In questo caso cosa avresti fatto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. normale amministrazione :-)
      di solito cerco di parlare, ma a volte succede di arrabbiarsi
      distrarsi e dimenticarsi le cose capita anche a me. la distrazione viene sempre perdonata, l'ignorare volutamente no, però l'intensità della ramanzina cerco sempre di dosarla in base al malfatto, per evitare una reazione esagerata rispetto a una cosa piccola o viceversa

      Elimina
  3. Ciao! Continuo a seguire il tuo blog e mi piace moltissimo ma... mi fa una rabbia!
    Perché qui in Italia non si capisce che un genitore sereno è molto più produttivo? Probabilmente perché fatti come siamo noi italiani sarebbero in troppi ad approfittarsene... probabilmente si... :-(
    Buona giornata!
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che di Italia (vedi un commento sotto) credo si tratti di avere a che fare con capi che hanno più o meno bisogno di controllo e con dipendenti che sanno ripagare la fiducia e dipendenti che ne abusano. In Svezia come in Italia e nel resto del mondo. Alcune culture forse sono più abituate al controllo, altre meno.

      Elimina
  4. hai possibilità che qui in italia sono pura utopia.
    buon per voi

    RispondiElimina
  5. Collega olandese?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fuori dalla Svezia abbiamo uffici a Berlino, Amburgo, Amsterdam, Copenhagen, in Polonia e in Finlandia e io dirigo progetti internazionali. Abbiamo fatto una grande acquisizione nei Paesi Bassi qualche anno fa e nel mio progetto attuale ho due gruppi in Olanda che riportano a me.
      Secondo me però la luminosità era dovuta al fatto che finalmente dopo l'inverno buio adesso le giornate si stanno allungando e alle nove del mattino fuori dalla finestra c'è il sole e non buio pesto :-)

      Elimina
    2. I'm sure your company operates in the UK also!

      Magdalen

      Elimina
    3. Anche in Italia é così. Dal 2 al 12 aprile sono stata a L'Aia e a Amsterdam. Il cibo é come quello inglese (patatine fritte), non hanno il bidet.... Peccato per tutte queste cose!
      Comunque mi sono piaciute tutte e 2 le città, ho anche visitato chiese e musei. Tutti molto belli! :)))

      Elimina
  6. beh dipende che lavoro fa.
    Io ne conosco diversi in italia che hanno l' entrata e uscita flessibile, anche dipendenti di ditte privati.
    non parlo di statali o liberi professionisti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. so che questa possibilità c'è in tante nazioni, l'avevo anche quando lavoravo in Canada

      Elimina
    2. ma anche in italia c'è oppure li conosco tutti io
      un' amica lavora da un famoso avvocato di milano ed entra dalle 9.00 alle 9.30
      due ragazzi che lavoro in una ditta chimica hanno entrata e uscita flessibile di circa 40 minuti, tutto documento dal badge
      certo si recupera alla sera o in altri giorni, non sono minuti regalati, ma ne conosco diversi.
      I liberi professionisti non fanno testo perchè si autogestiscono.

      Elimina