sabato 28 maggio 2011

Quando la figlia è in vacanza

Ore otto del venerdì sera, Eleonora dai nonni.
Le ore di sonno durante la settimana sono state poche.
Abbiamo da poco finito di cenare ed è ora di dormire per Sofia. "La porto con me sul divano" dico ad Anette, che nel frattempo sta leggendo il giornale sul divanetto della sala da pranzo.
Mi corico con Sofia sul petto che mi guarda. Chiudo gli occhi per invitarla ad imitarmi e così addormentarsi. Inizio ad assopirmi anch'io.

Morale: Ho dormito due ore. Quando sono tornato in cucina erano quasi le dieci e mezza. Anette mi ha raccontato che anche lei si era assopita sul divano e che l'ha svegliata la telefonata di Eleonora che voleva la buonanotte. Questa mattina poi mi sono alzato io con Sofia mentre Anette, che si era presa cura di Sofia durante la notte per oltre due ore, ha dormito sino alle undici.

Domani qui è la festa della mamma, chissà se posso regalarle dei buoni "ore sonno".

6 commenti:

  1. "Buoni sonno" complimenti per la ottima idea! Buon week end.

    RispondiElimina
  2. Fefo, sei geniale!
    Magari fatti a forma di bolla che esce dal naso - sai, nei cartoni animati ... :D

    RispondiElimina
  3. Che bell'idea, buoni sonno!
    Roberta

    RispondiElimina
  4. Buon sonno e auguri a mamma Anette!

    Seya

    RispondiElimina
  5. leggendo il blog qua e là ho capito che avete un bel po' di problemi di nanna...se mi permetti ti consiglio un libro: "facciamo la nanna" di Grazia Honegger Fresco, l'ho trovato molto utile. chiara

    RispondiElimina
  6. bellissimo e divertente questo blog!!!!
    ci si legge.
    a presto

    RispondiElimina