sabato 30 agosto 2014

La spilla della lettrice

Simborgarmärket, il "marchio del cittadino nuotatore", è una spilla prodotta dalla Federazione Svedese di Nuoto che può comprare chiunque abbia nuotato 200m di fila (stile a scelta). Viene prodotta ogni anno in un colore diverso e molti bambini (ma anche adulti) amano farne collezione. È un bel modo per stimolare le persone a nuotare, oltre che per fare un po' di cassa per la federnuoto.

Una catena di librerie svedese ha deciso di istituire per i bambini una spilla simile chiamata läsborgarmärket. È gratuita, non prevede che il libri siano stati comprati da loro, ed è prodotta in tre colori a seconda del numero di libri letti. Per riceverla i bambini devono annotare su una tesserina il titolo del libro e la data in cui hanno finito di leggerlo. Dopo cinque si ha diritto alla spilla bianca, dopo dieci a quella rossa e dopo quindici a quella nera.

Eleonora ha scoperto questa cosa settimana scorsa. La cosa le è piaciuta e ha deciso di voler prendere le tre spille. Ha deciso che i libri letti durante l'estate non valevano ed è partita da zero, contando però il libro di Harry Potter che aveva iniziato da poco.

Oggi, visto che durante la settimana ha terminato cinque libri compreso Harry Potter, siamo andati a ritirare la prima spilletta. Se l'è fatta appuntare ed è andata in giro abbastanza impettita e contenta! Poi siamo andati in biblioteca a prendere il quarto HP.

10 commenti:

  1. Legge parecchio Eleonora! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Che bella cosa !!! E' meraviglioso una bambina che legge tanto!!! mia figlia ci riuscì solo con i romanzi di Roal Dahl... buon week-end

    RispondiElimina
  3. Attenzione, da ora in avanti i libri di HP diventano parecchio cupi, tu conosci la sensibilità della tua bambina, ma io la spingerei a raccontarmi quello che legge e starei attenta a valutare se e quanto la lettura la stia turbando. Non è detto che non possa leggerlo, ma la storia si fa più adulta, e io alla sua età avrei sofferto un po'.
    Bravissimi comunque, ti leggo sempre molto volentieri.
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho già detto una volta, quando raggiungono il loro livello di difficoltà, sono i bambini stessi a fermarsi. Non mi preoccuperei più del dovuto.

      Elimina
  4. 5 libri in una settimana? con tutta la scuola, i compiti, lo sport, i giochi ecc?
    spero li abbia letti con attenzione, godendoseli veramente e interiorizzandoli e non abbia fatto le corse solo per avere la spilla. Quello che conta è la qualità della lettura, non la quantità. Anche un libro al mese, ma che ti segna per tutta la vita.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le prime due settimane di scuola niente compiti :-)
      Alcuni libri erano brevi, ma non li ha letti per la spilla. Lei i libri se li gode veramente, lo capisco da come ci racconta di ciò che ha letto.

      Elimina
  5. Bella iniziativa e brava Eleonora.
    Ho imparato a leggere a tre anni e non ho più smesso, ed è una cosa talmente appagante che mi chiedo come si possa stare senza. Ero poco più grande delle tua bimba quando ho cominciato con Poe: amore al primo sguardo!

    RispondiElimina
  6. SupermammaIrene31 agosto 2014 18:32

    Che bello avete tanta voglia di leggere. Io da piccola non amavo la lettura che ho poi spero da grande. Adesso mia figlia che sta per iniziare la seconda sta anche lei odiando leggere, e dire che da piccola le abbiamo letto milioni di libre che lei adorava.
    Spero tanto che succeda qualcosa che fa scattare la scintilla. Io purtroppo ho l'impressione di peggiorare solo la cosa ogni volta che le propongo di leggere.

    RispondiElimina
  7. ma li legge veramente o salta le pagine?
    sembra quasi impossibile riesca a leggere 5 libri in una settimana più quel mattone di Harry potter...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li legge, li legge, e poi quando guarda i film si arrabbia anche per le scene che mancano o che vengono fatte in maniera un po' diversa.
      Ha ridotto all'osso altre cose come la tv e ll tablet.

      Elimina