domenica 31 agosto 2014

Eleonora e le elezioni

Fra due settimane in Svezia ci saranno le votazioni per eleggere il nuovo governo. In giro quindi si vedono molti manifesti elettorali, nelle varie città spuntano come funghi le classiche casette dove i rappresentanti dei partiti incontrano le persone e fanno campagna elettorale, e alla tv ogni giorno ci sono tribune elettorali.

Mentre camminavamo Eleonora ha indicato un manifesto elettorale e mi ha detto: "Sai papà, sono contenta di essere ancora piccola, perché capisco che questa cosa delle elezioni è proprio importante, ma tanto, perché chi vince deciderà di cose veramente importanti, e io non saprei proprio per chi votare... mi sa che è bene che solo gli adulti possono votare, così uno ha tempo di informarsi".

4 commenti:

  1. Leggo su repubblica che in Svezia ci sono piogge torrenziali. Tutto bene lì da voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvero, l'educazione civica italiana.

      Elimina
  2. Noi tutto bene grazie. Oggi sole e 18 gradi.

    RispondiElimina
  3. Direi ad Eleonora che, purtroppo, anche molti adulti non sono affatto informati per votare. Votano per sentito dire, o, molto peggio, per clientelismo vendono il loro voto. A volte sarebbe meglio che votassero i bambini.

    RispondiElimina