domenica 7 novembre 2010

E Sofia incontrò il gatto

Sabato e domenica da nonno Bo e nonna Eivor nella campagna svedese. - 5 e sole splendente, il classico clima per cui la mamma svedese imbacucca la bimba e poi la lascia dormire nel passeggino all'aria aperta.
Dicono che faccia bene alla salute...sarà quello che Darwin chiamava "survival of the fittest", sopravvive chi sa adeguarsi meglio.

La cosa più bella del fine settimana è stato l'incontro fra Sofia e Simon, il gatto dei nonni. Appena si sono visti hanno "gattonato" entrambi verso l'un l'altro. Si sono studiati con curiosità e fascino, poi Sofia ha preso l'iniziativa. Nell'ordine ha prima smanacciato Simon nel tentativo di accarezzarlo, poi lo ha agguantato e stropicciato un po'. Lui, con quell'istinto che hanno i gatti quando capiscono di essere di fronte ad un cucciolo d'uomo, l'ha lasciata fare per un po'. E proprio mentre stava per andarsene è arrivata Eleonora che lo ha sollevato e portato via per pettinarlo e spazzolarlo insieme alle bambole. Lui, pacifico, non ha protestato. Doppia razione di fegatini!

6 commenti:

  1. Off-topic: Ti ho fatto un po di pubblicita' sul forum di La Cucina Italiana.

    Buona domenica a voi e al gatto!

    RispondiElimina
  2. @Alessandro Ringrazio per la pubblicità, ma ancor di più per l'assaggio di mercoledì scorso.
    Adesso tocca ai miei brunelli + nobile di Montepulciano

    RispondiElimina
  3. ma le tue bimbe son bellissime!!!
    la mia rincorre il cane!!!

    RispondiElimina
  4. Simon, va ascritto nel libro dei gatti santi.

    Se posso permettermi ti lasci questo Link:

    http://mammagds.splinder.com/post/23929433/san-manolo-mona

    Figlia umana e uno dei miei quattro figli pelosi

    RispondiElimina
  5. @LauraGDS Bellissimo! Un altro gatto da santificare

    RispondiElimina