mercoledì 22 dicembre 2010

10 consigli (in ordine sparso) tra il serio ed il faceto per godersi il congedo parentale

Qualche tempo fa mi è stato chiesto dalle simpaticissime mamme dietro il sito "moms in the city" di elencare 10 consigli per godersi il congedo parentale. Devo premettere che sono riflessioni fatte in base alla mia esperienza qui in Svezia, anche se credo la maggiorparte valgano anche in altre realtà.
1.Passa molto tempo con il bambino/la bambina – Non ho mai sentito nessuno dire che “i miei genitori passavano troppo tempo con me”, ma ne ho sentiti tanti dire il contrario

2.Non calcolare se conviene economicamente – Parafrasando la pubblicità di una carta di credito: non ha prezzo. Certe cose non si possono comprare

3.Goditi ogni istante – Il tempo passa velocissimo

4.Goditi i contrasti – Quando gattonano desideri che imparino a camminare presto. Appena imparano a camminare ti manca quando non lo sapevano fare. Stessa cosa per il parlare…

5.Riscopri il bambino che c’è in te – ma non rubargli tutti i pezzi del lego…

6.Fallo per la carriera – si impara a prendere decisioni veloci (finisco di leggere il giornale o salvo la bambina dal mettere le dita nella presa della corrente) a comunicare decisioni “difficili” in maniera efficace (non si dice “vuoi i broccoli?”, ma “vuoi i broccoli o gli spinaci?”) ed a gestire conflitti (e se riesci a far andar d’accordo tre bimbi che litigano per una paletta gestire un consiglio di amministrazione è facilissimo…quelli almeno non ti tirano la sabbia in bocca)

7.Fallo per te – che sia solo un cambiare pannolini e consolare il bimbo che piange di continuo è una bugia inventata dalla lobby delle tate e delle nonne per divertirsi solo loro con i bimbi

8.Scrivi un blog o comunque tieni un diario – sarà divertente rileggerlo con il bambino fra molti anni (e se tieni un blog si conoscono tante persone stupende)

9.Usa il bimbo come allenamento – puoi sollevarlo per allenare braccia e spalle, fare lunghe passeggiate con il passeggino per migliorar la condizione…e dargli in mano qualcosa di fragile per allenare i riflessi

10.Se vuoi sapere cosa possono essere certe macchioline rosse sulla pelle non usare internet – potresti credere che tuo figlio ha una rarissima malattia tropicale quando erano solo spruzzi di ketchup!

12 commenti:

  1. Bellissimo e divertente post!

    RispondiElimina
  2. quante cose vere... verissime!!!!!

    io ho fatto mio il punto numero 1: ho dato le dimissioni e sono mamma full time (di tre)

    e condivido in pieno il 3 ... passa troooppo in fretta, però è anche molto bello e dolce vederli crescere e fare le loro conquiste!

    ciao

    RispondiElimina
  3. Bell'elenco!
    Solo sul punto 4 non sono del tutto d'accordo: io preferisco mio figlio adesso che sa 'parlare' rispetto a quando non lo faceva, e da quando ha iniziato a camminare ho risolto i problemi con la schiena.

    RispondiElimina
  4. ok stamattina l ho vista aggredire un cornetto al cioccolato.Marta ha 13 mesi e la vecchia scuola (la nonna e la zia) no...le fa male.
    Vuoi mettere la sensazione di vederla sporca e sorridente di cioccolato?

    RispondiElimina
  5. veri tutti quanti! Bravo papà in congedo! Ma poi ci scrivi un post spiegando come mai secondo te gli uomini sanno godersi certe cose più delle donne? Non tutti ( e non di tutte) ovvio, ma secondo me è così! Qual è il vpstro segreto?

    RispondiElimina
  6. @sorelluce: È che non essendo capaci di fare multitasking ci concentriamo su una cosa alla volta

    @cielosopramilano: Adesso falle provare il gelato al cioccolato (anche se è inverno) :-)

    RispondiElimina
  7. Grazie dei consigli Stefano, li metterò in pratica non appena possibile. Il cavolo di guaio è che da quando ti leggo, la voglia di avere un piccolo cucciolo d'uomo o di donna è aumentata a dismisura.. e già partivo da una buona base (amore per i bambini), ed una discreta pratica (allenatore di "calcio a 5", da circa 5 anni).

    Certo, per com'è la situazione attuale per noi giovani qui in Italia, mi dovrò accontentare di aspettare e leggerti, sperando che il tuo congedo parentale duri in eterno.. eheheheh

    Un saluto, a te e a famiglia!

    RispondiElimina
  8. Anche io ho la sensazione che il periodo in cui il mio compagno è stato in part-time per dedicarsi a nostro figlio, sia stato intenso e ricco e speciale soprattutto per lui, padre.
    Dai 5 ai 13 mesi del pupo hanno passato tutte le loro giornate insieme. Sarà per quello che la prima parola che ha detto è stata papà?
    Ancora adesso ho sempre l'impressione che lui (il mio compagno) se lo goda molto di più di me, che quando anche ci gioco penso contemporaneamente a mille altre cose...

    RispondiElimina
  9. @danielepirrotta Mi sa che saresti perfetto per allenare le ragazzine dell'AIK calcio dove gioca Eleonora!

    @ElenaElle Credo che un paio di mesi almeno farebbero bene a tutti

    RispondiElimina
  10. Dici? Posso venire? Mi prenderebbero? Certo, non è proprio il mio "mestiere", ma per la Svezia lo posso fare.. Permane un solo problema: la lingua :(
    Vado bene come allenatore anche se a gesti

    RispondiElimina
  11. @danielepirrotta Credo di si, che ti prenderebbero, non sono molti i genitori che si imbarcano nell'avventura di allenare 12-14 bambine di 5 anni :-)
    Io l'ho fatto una volta ed è divertentissimo

    RispondiElimina
  12. Fantastico post!!!
    1 e 3 dovrebbero essere scolpiti nella pietra, insegnati a memoria fin dai primi anni di scuola, inseriti nella Costituzione...

    RispondiElimina