venerdì 10 dicembre 2010

Scoperto il mistero del venerdì

Venerdì mattina con Sofia all'asilo aperto della Chiesa Svedese. Mi sono chiesto spesso come mai il venerdì ci siano sempre più bambini. Immaginavo che fosse per la moglie del prete che canta benissimo (il venerdì alle 10.30 è il momento delle sue canzoni per bambini), ma mi chiedevo dove fossero quei genitori e quei bambini durante il resto della settimana. Scoperto il mistero: metà dei genitori presenti lavora l'80%, quindi molti scelgono di stare a casa proprio il venerdì, così fanno il fine settimana lungo. Perciò dal lunedì al giovedì i bambini vanno all'asilo "normale" ed i papà o le mamme lavorano normalmente, ed il venerdì tutti a casa.

Inoltre oggi ho scoperto che Sofia inizia a sviluppare i propri gusti anche per quanto riguarda le canzoni. Per quanto riguarda il cibo è chiarissima quando vuole o non vuole qualcosa. È capace di sbracciarsi come uno di quelli che dirigono gli aerei sulle piste per far capire che qualcosa non è di suo gradimento, ed allo stesso modo sa indicare chiaramente quando vuole qualcosa e continua imperterrita sino a che non la ottiene. Per quanto riguarda le canzoni oggi ho notato che durante certe saltellava, batteva le mani e gorgogliava mentre durante altre proprio si ammutoliva facendo la faccia di chi non vede l'ora che la canzoncina finisca.
Speriamo passi ancora un po' di tempo prima che abbia opinioni decise sul come la vesto al mattino.

7 commenti:

  1. per noi invece il vestirla la mattina è diventato un incubo... ormai vede solo tuta o gonna.. i pantaloni sono stati accantonati in un remoto angolo dell'armadio di mamma e papà... ed ogni mattina è una lotta...

    RispondiElimina
  2. ahahahahah
    le amiche che hanno una femmina sono disperate...
    vogliono scegliere sempre tutto loro e ovviamente cambiano idea ogni due minuti...
    speriamo sia più facile per te...

    RispondiElimina
  3. Speriamo e te lo auguro di cuore, ma la vedo veramente dura. Non voglio metterti agitazione e forse mi sbaglio anche :ho avuto 2 maschietti.
    Buon W E e bacionissimi alla piccola

    RispondiElimina
  4. Ciao! Bellissimo il tuo blog, ne hanno appena parlato in tv e sono corsa a cercarvi:D

    RispondiElimina
  5. Anch'io come Ilaria qui sopra sto guardando "Le invasioni barbariche" della Bignardi in TV e sono corsa a vedere il tuo blog, incuriosita da come ne parlava Loredana Lipperini! COMPLIMENTI! Tempo, permettendo, ti seguirò. Ho un bimbo di 2 anni, che adesso fa la nanna da un paio d'ore..., un marito, e due mezzi lavori che messi assieme non ne fanno uno...che sto ancora cercando. Goditi il tuo bel congedo parentale svedese!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Stefano,
    ti do del tu anche se non ci conosciamo ma, se ho capito il genere di interlocutore che ho di fronte, lo preferirai ad un lei.
    Ti seguo da un po', o forse sarebbe meglio ti seguiamo, io e la mia "compagna", ma non ho mai preso coraggio e tempo per complimentarmi con te per il blog.
    E' semplicemente fantastico! Hai un modo di scrivere davvero semplice ma che colpisce al cuore. Dai tuoi scritti arriva tutto il calore, la dolcezza e l'amore che provi per le tue bimbe e per tua moglie. Più di una volta mi sono perso in fantasticherie, leggendoti, su come sarebbe stata la mia vita di coppia.. e beh, devo dire che come padre ti invidio. Ti invidio veramente molto perchè anche io, tra qualche anno vorrò avere una Famiglia simile alla tua, dove la maiuscola rappresenta quel genere di unione che traspare da quello che scrivi.
    Complimenti.
    Daniele

    RispondiElimina
  7. Ricordo la FigliaPiccola che aveva delle opinioni ben precise sui vestiti da mettere già in età d'asilo. Non so come sarà col PiccoloLord, per fortuna sono la nonna! ;-)
    Per quello che riguarda la musica e le canzoni, ho notato che anche il nipotino ha le sue preferenze in fatto di musica . . . manifestato da gridolini e risa quando si accorge che è una delle canzoni preferite, e sbattendo le mani sulle gambe cercando di seguirne il ritmo! :-)))
    Se poi accenno a farlo "trottare" sulle ginocchia cantando "Tratta buratta" (non so com'è in Svezia, a Bergamo questa è quella che va per la maggiore) ride e cerca di buttarsi all'indietro prima che io arrivi a "tratta tratta burattì!!! ;-)

    Ciao, R

    RispondiElimina